Il Banco Alimentare arriva in Italia nel 1989, grazie all’incontro tra il Danilo Fossati e Luigi Giussani. Raccoglie le eccedenze di produzione agricole, dell’industria alimentare, della grande distribuzione e della ristorazione organizzata provvedendo alla ridistribuzione ad enti che si occupano di assistenza e di aiuto ai poveri, agli emarginati ed alle persone in stato di bisogno.

Ogni anno, l´ultimo sabato di novembre, il Banco Alimentare organizza la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Un appuntamento che dal 1997 è diventato un importante momento che coinvolge e sensibilizza la società civile al problema della povertà attraverso l´invito a un gesto concreto di gratuità e di condivisione: fare la spesa per chi ha bisogno. Durante questa giornata, presso una fittissima rete di supermercati coinvolti su tutto il territorio nazionale, ciascuno può donare parte della propria spesa per rispondere al bisogno di quanti vivono nella povertà.

100.000 volontari che donano parte del loro tempo, permettono la realizzazione di questa giornata.
5.000.000 gli italiani che acquistano cibo per chi non può farlo.

Se proprio si deve spettacolarizzare tutto, spettacolarizziamo la carità!