«Quando l’uomo disegna, così come quando produce, contribuisce a cambiare il mondo», così  Piero Bassetti introduce e presenta “Realizzare l’Improbabile“, il convegno sui nuovi percorsi del design organizzato dalla Fondazione Giannino Bassetti e dalle Camere di Commercio di Milano e di Monza-Brianza (a cura di Manolo De Giorgi, Andrea Kerbaker e Italo Lupi), che si terrà giovedì 7 luglio, alle 15, al Palazzo Giureconsulti di Milano.

Il convegno, quarto appuntamento del complesso progetto “Milano design: realizzare l’improbabile“, affronta tre aree di nuovi possibili percorsi del design attraverso l’esposizione di idee, analisi, prospettive future.

Si parlerà del design pubblico e di come i neoartigiani e le neoimprese siano portatori di nuove sperimentazioni nel disegno industriale.

Quasi una riscoperta del rapporto tra disegno e mondo della produzione che è stato alle origini del successo dei grandi maestri come Zanuso e Magistretti.

Dopo lo spettacolo di Laura Curino “Mani grandi, senza fine“, le borse di studio della Domus Academy e il progetto d-thinking, il percorso di pensiero sul Design, sul Design italiano e sul ruolo di Milano nel panorama globale, si è evoluto e segna un altra tappa di approfondimento con questo appuntamento.