Alluminio e banda stagnata cosa differenziare:

Attualmente gli imballaggi in alluminio circolanti in Italia sono di tipo rigido, semirigido, flessibile e laminato. Si possono raccogliere in modo differenziato i seguenti prodotti:

· lattine per bibite e conserve con simbolo “AL”;

· bombolette spray per deodoranti, lacche, panna, private dei nebulizzatori di plastica;

· fogli di alluminio da cucina e involucri da cioccolata o dolci solidi;

· vaschette e contenitori per la conservazione e il congelamento dei cibi;

· capsule e tappi per bottiglie di olio, vino, liquori, bibite;

· coperchietti da yogurt e similari;

· blister liberati dai contenuti.

Acciaio, cosa differenziare:

Per compiere in modo corretto la raccolta differenziata dell’acciaio, è necessario separare, dagli altri rifiuti, i seguenti imballaggi:

· contenitori per alimenti che hanno contenuto: legumi in genere, conserve, frutta sciroppata, tonno, sardine, olio d’oliva, carne, alimenti per animali, alcune bevande e caffè, ecc.;

· bombolette spray per alimenti e prodotti per l’igiene personale;

· chiusure metalliche per vasetti di vetro, come quelle delle confetture,delle marmellate, del miele e delle passate di pomodoro;

· tappi a corona applicati sulle bottiglie di vetro;

· scatole in acciaio utilizzate per le confezioni regalo di biscotti, cioccolatini, caramelle, dolci e liquori.

Alluminio, acciaio e banda stagnata si raccolgono nei sacchi GIALLI della raccolta di plastica e alluminio.