Cosa differenziare:

Plastica e polistirolo si riciclano insieme e – molto importante – sempre puliti dai residui.

Adesso i piatti, i bicchieri e le posate di plastica si riciclano e devono essere raccolti nel sacco GIALLO. Visto il grosso impatto ambientale che le stoviglie in plastica hanno, consigliamo di utilizzare quelle prodotte con materiali ecologici (ad esempio, in amido di mais), ormai reperibili in molti supermercati a prezzi concorrenziali.

Sono riciclabili:

. piatti, bicchieri e bottiglie di plastica;

. flaconi di plastica;

· bottiglie di plastica per acqua e bibite;

· flaconi (ad esempio per bagnosciuma, shampoo, detersivi e detergenti);

· contenitori per cosmetici;

· sacchetti per la spesa;

· pellicole;

· vaschette per alimenti anche in polistirolo;

· reticelle;

Inoltre per ridurne il volume occorre schiacciare bottiglie e contenitori di plastica in senso orizzontale (non verticale), mentre per migliorare la qualità della raccolta oltre lavarli è opportuno togliere i tappi, ove possibile.

 

Lo sapevate che…

· con 20 bottiglie si confeziona 1 pile.

· Dal 2001 si stima sia stato avviato al recupero energetico un quantitativo di imballaggi in plastica complessivamente pari a circa 330.000 tonnellate;

· Il 75% del materiale utilizzato per fabbricare una maglietta può essere dato da bottiglie di bevande gassate riciclate.