Il 20 Aprile a Bologna, in via Castiglione 36, si terrà ”La responsabilità dell’architettura” conferenza tenuta dall’architetto giapponese Tadao Ando.

Nel 1995 Ando ha vinto il Pritzer Prize, il più prestigioso premio di architettura. Nella motivazione del Pritzker Prize si legge “Tadao Ando è quel raro architetto che racchiude in un solo individuo la sensibilità artistica ed intellettuale capace di produrre edifici, grandi e piccoli, che entrambi servono e ispirano. La sua potente visione interna, ignora qualsiasi movimento scuola o stile di moda, creando edifici con forme e composizioni che si riferiscono al tipo di vita che sarà vissuta là“.

L’architetto attribuisce la sua crescita all’intensa lettura e ad un elevato numero di viaggi in Europa e negli Stati Uniti intrapresi per studiare le architetture contemporanee e storiche. Dei suoi lavori Ando dice:” Io creo un ordine architettonico sulla base della geometria: quadrati, cerchi, triangoli e rettangoli. Tento di usare forze nell’area dove sto costruendo, per ripristinare l’unità tra la casa e la natura (luce e vento) che fu perso nel processo di modernizzazione delle case giapponesi durante la crescita rapida, durante gli anni Cinquanta e Sessanta

Il suo lavoro rispecchia il rapporto della mentalità giapponese con lo spazio ed i materiali. Il risultato è uno stile minimale e una semplicità strutturale, concretizzate mediante l’uso di calcestruzzo, impiegato in maniera raffinata, sottolineando le sue qualità figurative.

Children's Museum Children’s Museum, Himeji

Suntory Museum, Osaka

Fabbrica per Benetton, Treviso

Chiesa della Luce, Osaka

Potete trovare altre informazioni sul convegno cliccando qui