Si parla ormai spesso di un’Italia ferma, inconsapevole, poco responsabile. RadioBici 020 è la conferma che c’è anche un’Italia che si muove. Un’inchiesta che parte da Milano e arriva a Palermo per risalire fino all’arco alpino. Tutto a bordo di una bici! Un viaggio iniziato a fine marzo e conclusosi gli ultimi giorni di luglio, durante il quale sono state raccontate storie, pensieri, speranze, opinioni.

Un racconto ad impatto zero. La bicicletta è una soluzione a molti dei problemi del nostro Paese, oltre ad essere un trasporto sostenibile, pedalando ci si può guardare intorno e sentirsi parte del paesaggio.

Ogni storia è stata raccontata sul blog radiobici020.gazzetta.it con i video e attraverso tweet e foto del viaggio, postati sia su Facebook che su Twitter. RadioBici 020 racchiude non solo la voglia di vivere sostenibile ma anche la nuova generazione e il mondo della tecnologia web 2.0.

La bici utilizzata è un tandem, pronto ad ospitare due persone. Al conduttore Maurizio Guagnetti si è affiancata gente comune e ospiti illustri, ognuno ha raccontato la propria visione. Durante il viaggio durato 105 giorni, Maurizio ha raccolto 105 interviste, tante storie di cambiamento, di crisi e di sudore. Come compagni di viaggio ha avuto sindaci, imprenditori, attivisti, personaggi dello spettacolo, ambientalisti, albergatori, sportivi.

Una scoperta dell’Italia che spera e che viaggia, per acquisire “una reale conoscenza delle meraviglie del nostro Paese che sono ancora da scoprire e valorizzare come matrici dello sviluppo economico, sociale e culturale.

La consapevolezza deve essere attratta e cercata, bisogna muoversi e non vivere il presente da spettatore ma da attore. Questo è in parte il messaggio della bici inchiesta.  Saliamo in sella ed iniziamo davvero a pedalare.