Ci siamo mai chiesti se la nostra spesa influisce sul sistema alimentare mondiale?

Ognuno di noi, anche se in minima parte, contribuisce a formare il sistema alimentare globale. Le dispense di ogni casa, rispecchiano delle scelte ben precise, che contribuiscono a migliorare o peggiorare l’andamento del consumo mondiale. Parliamo di una realtà così vasta che è difficile da comprendere in pieno.

Essa è formata dalle scelte fatte dai singoli consumatori, ma anche da tanti altri fattori, come le imprese, le organizzazioni, i governi coinvolti nella produzione, distribuzione, vendita e consumo di cibo. Una delle piccole certezze che attualmente abbiamo, è che chiunque noi siamo e dovunque viviamo, il nostro cibo è il risultato di un sistema alimentare.

Basti pensare che ci sono persone che muoiono di fame e altre in grave sovrappeso, per dedurre che questo sistema non è equilibrato e non funziona come dovrebbe.

Nonostante questo problema sia di enorme portata, noi singoli cittadini del mondo, possiamo nel nostro piccolo fare qualcosa per migliorarlo. Le nostre scelte giornaliere hanno un impatto sull’intero sistema, esserne consapevoli permette di capire che abbiamo la possibilità e il potere di cambiarlo, per costruire un futuro migliore ed equo per tutti.

Come fare per diventare un consumatore solidale?

Metodo COLTIVA è un’ottima risposta a questa domanda. Oxfarm propone una vera e propria guida, che aiuta a trasformare un consumatore in cosumATTORE. Seguendo cinque semplici passi si può contribuire ad aggiustare il sistema alimentare e a garantire un futuro in cui tutti abbiamo da mangiare sempre. Basta leggere il report per diventare consumatori consapevoli e solidali.

Il Metodo COLTIVA comincia dalla spesa, proseguendo in cucina, passando per la colazione, il pranzo e la cena. E’ un vero e proprio metodo di vita che dovremmo fare nostro.

Cinque passi a cui seguono cinque “Se”:

Se…non lasciassimo marcire nemmeno una mela?

Se…scegliessimo solo cioccolata del mercato equo e solidale?

Se…risparmiassimo energia in cucina?

Se…provassimo a non mangiare carne una volta alla settimana?

E se…non ci fermassimo qui?