Nel nord della Danimarca è si trova EKKO una bella e interessante installazione dell’artista Thilo Frank. Si tratta di una passerella, creata interamente da pedane in legno, disposte in modo da formare dei disegni circolari. La struttura è incrementata da 200 telai di dimensioni diverse, i quali le forniscono gli intrecci circolari.

Nelle travi sono stati installati dei microfoni per registrare i passi dei visitatori che attraversano il tunnel di legno. Questi suoni saranno poi assemblati al computer e riprodotti attraverso dei piccoli altoparlanti per creare un eco distorto. L’artista spiega che questo lavoro di suoni è creato sia per formare un archivio, che per registrare la percezione dello spazio da chi lo ha attraversato e vissuto.

Oltre a lavorare sull’esperienza sonora, Thilo si concentra anche su quella visiva. Infatti la luce che entra nella struttura, attraversa gli spazi vuoti, creando delle striscie di ombra sulle superfici interne. Ogni ora del giorno si vengono a creare diversi giochi di luci e ombre, che donano all’installazione pattern ed effetti sempre diversi. Una scultura di luce dentro la scultura di legno.

Questi dettagli servono per creare un dialogo fisico e interattivo con il visitatore. Thilo Frank nelle sue installazioni, sculture o foto, lavora proprio su quest’aspetto di interazione, ponendo l’accento su una nuova interpretazione di fenomeni e ambienti quotidiani della nostra vita. Una percezione poetica e giocosa della luce, dello spazio, del movimento. Il lavoro viene così completato grazie alla reazione fisica del visitatore, che si riflette nell’opera.

Ai seguenti link potrete visionare altri due lavori di Thilo Frank:  a latticed timber hut on stilts; a wooden pavilion with a hollow belly.