In HangarBicocca Saraceno fino al 3 febbraio è possibile fluttuare fra bolle di plastica a 20 metri di altezza. On Space Time Foam è una struttura composta da tre livelli di membrane trasparenti posta una sopra l’altra.

Si tratta di un esperimento dell’artista argentino Tomás Saraceno, nel quale sono indispensabili la disponibilità e la voglia di interagire individualmente e collettivamente.

L’artista è partito dal tema della molteplicità e degli universi paralleli. La teoria presuppone che un’azione fatta abbia sempre ripercussioni in un altro universo. L’installazione rappresenta in parte questo concetto. Infatti quando si cammina sulla membrana superiore si schiacciano le membrane sottostanti. Di conseguenza, si generano forme e spazi con il proprio corpo e il proprio peso.

Se non ci fosse questa interazione fra il nostro corpo e l’opera gli strati sarebbero schiacciati gli uni sugli altri. Il visitatore non solo da una forma allo spazio che lo circonda, ma distorce anche lo spazio delle altre persone all’interno degli strati. Ogni azione provoca una reazione, positiva o negativa, vicina o lontana. Ogni movimento compiuto in uno strato influisce sugli altri due.

Quindi il funzionamento dell’installazione deriva non solo dalle persone che si trovano sullo strato superiore, ma anche da coloro che si trovano negli strati inferiori. Questo vuole sottolineare quant’è intricato e profondo il rapporto e collegamento fra le nostre azioni e lo spazio che ci circonda.

Vi è un legame fra noi e la terra, fra noi e la società, e questo legame deve essere stimolato per capire che è necessario collaborare e comunicare, è necessario capire che il movimento di un individuo si ripercuote sulla condizione, sullo spazio, sulla realtà di qualcun altro.

Armatevi di pazienza se volete visitare e sperimentare On Space Time Foam, perchè non è possibile prenotare l’ingresso e se quando si arriva nell’apposito spazio dell’Hangar Bicocca ci sono già troppe persone all’opera tra le bolle d’aria, vi toccherà fare la fila e aspettare! I tempi di permanenza all’interno dell’opera sono i seguenti: 15 minuti ciascuno, 15 persone ogni 30 minuti; ultimo ingresso alle h 21,45.