Bond….James Bond(Licenza di Uccidere, 1962)

Se c’è un personaggio che entra di diritto nell’Olimpo dei più conosciuti, rinomati, apprezzati e intoccabili, quello è sicuramente l’agente segreto britannico con licenza di uccidere, James Bond, nome in codice 007. Un’istituzione, un pilastro dell’immaginario collettivo, nato dalla mente di un geniale scrittore prima che di un regista, tratteggiato dalla penna di Ian Fleming prima che prendesse le sembianze di Sean Connery e di chi venne dopo.

Il personaggio, come dicevo, fu inventato da Ian Fleming, giornalista e militare inglese che decise di inventarsi dei racconti per combattere la monotonia derivata dalla vita di coppia: rivoluzionerà il mondo. Il suo primo romanzo, Casino Royale, non verrà inizialmente apprezzato da pubblico e critica fino a quando, dieci anni dopo, il personaggio finirà su grande schermo. Fleming verrà in seguito dichiarato uno dei più grandi scrittori del ‘900. In quanto ideatore della storia, aveva bene in mente la fisionomia di Bond, le sue caratteristiche, le sue vicissitudini, che lo portarono ad allontanarsi dalla famiglia e in seguito ad arruolarsi nei servizi segreti britannici. Le prime sceneggiature seguirono fedelmente i suoi plot e furono le più lineari, le più memorabili, le più sensate, donando un senso di mistero e giallo alla narrazione che si dipanava per più libri (e più film). Dopo la prematura scomparsa di Fleming, nessuno (salvo qualche eccezione) fu più capace di scrivere romanzi dello spessore originario, con un meraviglioso continuum che faceva da padrone.

La storia cinematografica è praticamente la stessa: altissimi livelli nei primi film (tratti da racconti di Fleming), alti e bassi in seguito. La colonna sonora è invidiabile, si riconosce subito e introduce lo spettatore nell’atmosfera. Ecco, quindi, gli attori che hanno incarnato James Bond nel corso degli anni.

Sean Connery (1962-1967; 1971)

Il miglior Bond a detta di tutti. Il primo. Colui che pronunciò la famosa frase “Bond…James Bond”. Il più amato, ma non il più longevo. Diventò l’icona del personaggio di Fleming, unendo sensualità, senso del dovere, ironia e furbizia. L’attore scozzese fu presente in sei pellicole totali, alcune fra le più memorabili, finché non si stancò del personaggio, e fu un problema per la produzione scritturarlo di nuovo (cosa che successe per un solo film, il suo ultimo).

Indimenticabili i nemici che si trovò ad affrontare, come il Dottor No, il perfido Ernst Stavo Blofeld con il suo inseparabile gatto bianco (ed in seguito mostrato spesso in penombra per motivi di acquisizione dei diritti del personaggio), i temibili Auric Goldfinger e il maggiordomo Oddjob (ricordo che da bambino mio padre me li fece vedere tutti; rimasi impressionato dalla donna ricoperta d’oro). Tra le Bondgirl ricordiamo la prima e storica Ursula Andress armata di bikini, che nel 1962 fece scalpore…che anche lei avesse licenza di uccidere?

Ecco i film di Sean Connery:

  • Licenza di uccidere (1962)
  • Dalla Russia con amore (1963)
  • Missione Goldfinger (1964)
  • Thunderball: Operazione Tuono (1965)
  • Si vive solo due volte (1967)
  • Una cascata di diamanti (1971)

George Lazenby (1969)

Chi si ricordava che prima di Roger Moore ci fosse questo attore? Ebbene sì. A George Lazenby toccò l’arduo compito di far dimenticare il suo predecessore; tentativo fallito, perché Sean Connery venne richiamato in seguito un’ultima volta.

Non ci soffermeremo molto su questo attore, basti sapere che ha interpretato Al servizio segreto di Sua Maestà, una delle migliori sceneggiature in cui Bond affronta uno dei suoi nemici più celebri e affronta anche il breve matrimonio.

Roger Moore (1973-1985)

Signore e signori, il più longevo Bond di sempre (fino a oggi). Roger Moore interpretò ben sette film e, con la carica di ironia che riuscì ad affibbiare al personaggio, divenne uno degli attori più amati (nella mia personale classifica si trova al secondo posto).

Altrettanto famose le sue sceneggiature (ancora tratte da Fleming) e i nemici che affrontò, su tutti Jaws (l’uomo dai denti d’acciaio) e Monsieur Scaramanga (l’uomo dalla pistola d’oro). In Italia il cambio di attore risultò meno doloroso in quanto il doppiatore che ebbe in carico i primi tre Bond fu sempre lo stesso: Pino Locchi.

  • Vivi e lascia morire (1973)
  • L’uomo dalla pistola d’oro  (1974)
  • La spia che mi amava (1977)
  • Moonraker – Operazione spazio (1979)
  • Solo per i tuoi occhi (1981)
  • Octopussy – Operazione Piovra (1983)
  • Bersaglio Mobile (1985)

Timothy Dalton (1987-1989)

Non è facile raccogliere il testimone dopo che due attori hanno interpretato il personaggio per così tanti anni. Timothy Dalton ci prova, ma in seguito la produzione si arrestò per diverso tempo facendogli perdere l’interesse di recitare nei panni di Bond: lascerà il posto a Pierce Brosnan.

  • Zona pericolo (1987)
  • Vendetta Privata (1989)

Pierce Brosnan (1995-2002)

La saga di Bond sembra aver trovato nuova freschezza e vitalità con Pierce Brosnan: ironico quanto basta, belloccio, fisicamente somigliante a Connery. Nuova linfa arriva anche dallo scrittore che in questo periodo prese il posto di Ian Fleming: Raymond Benson. I film di Brosnan ebbero enorme successo e fecero rinascere la stella di 007.

  • GoldenEye (1995)
  • Il domani non muore mai (1997)
  • Il mondo non basta (1999)
  • La morte può attendere (2002)

Daniel Craig (2006-presente)

Con Craig, il Bond attuale, si crea un nuovo personaggio meno invincibile, più profondo; si riparte inoltre da capo con la narrazione, essendo stato Casino Royale il primo romanzo partorito da Fleming. Grandissimo successo di pubblico (non si vedevano incassi di tale portata dai tempi di Roger Moore) e di critica: persino la Regina Elisabetta in persona ha accettato di recitare a fianco a 007 nel corso delle Olimpiadi 2012.

Recentemente è uscito Skyfall, a detta di molti un film stupendo. Riuscirà James Bond nella missione di mantenere alto il suo nome a 50 anni dalla sua uscita sul grande schermo? Sono sicuro che ce la farà. In fondo lui è Bond…James Bond.

  • Casino Royale (2006)
  • Quantum of Solace (2008)
  • Skyfall (2012)