Il 27 gennaio è il Giorno della Memoria, ricorrenza mondiale in commemorazione delle vittime del nazismo, del fascismo, dell’Olocausto e in onore di coloro che hanno protetto i perseguitati.

Il Parco Nord di Milano ha deciso di celebrare questo appuntamento con l’apertura straordinaria dei bunker ex Breda, utilizzati dagli operai della vicina fabbrica come rifugio durante i bombardamenti della seconda Guerra Mondiale. Il Parco riveste un ruolo significativo, essendosi trasformato da luogo di fabbricazione di aerei e macchine da guerra in luogo della pace e della rinascita della natura.

Reparto torneria e aggiustaggio alla Breda negli anni ’20

Il prototipo di bombardiere in picchiata Breda Ba.201

Parco Nord Milano

Durante la settimana dal 23 al 29 gennaio 2013 saranno organizzate visite guidate per scuole e cittadini, per invitare tutti a ripercorrere la storia e a riflettere attraverso l’esplorazione dei bunker, i contributi audio e video dell’Ecomuseo Urbano Metropolitano Milano.Nord (EUMM), e le rovine dell’Ex Palazzina Volo.

Ex Palazzina Volo

L’Ex Palazzina Volo è un edificio in cemento armato e grandi vetrate, costituita da una torre di controllo dell’aeroporto della Breda. Anche quest’area, facente parte del Parco, subirà una trasformazione diventando il futuro ristorante, caffetteria e gelateria del Parco Nord.

Scala della morte

Sempre all’interno delle aree bombardate ed abbandonate, il Parco custodisce il Monumento al Deportato. Realizzato dall’arch. Belgioioso e in cima alla tristemente nota Scala della Morte, il Monumento al Deportato ricorda tutti i lavoratori delle fabbriche sestesi che sono stati deportati nei campi di concentramento nazisti con la seguente iscrizione: “Il sangue dei deportati dilavò su queste pietre delle cave di Gusen e di Mauthausen”

Per effettuare le visite guidate è necessario prenotare: bettinelli@parconord.milano.it – 02 241016251

  • Itinerari gratuiti per le scuole: 23,24,25, 28, 29 gennaio – turni alle h9.00, h11.00, h14.00
  • Itinerari per tutti: sabato 26 (h9.00 – h11.00) e domenica 27 (h9.00 – h11.00)

 La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati

 articolo 1 della legge italiana

Leggi il comunicato del Parco Nord