Venerdì 15 febbraio 2013 torna la giornata m’illumino di meno. Iniziativa lanciata dalla trasmissione Caterpillar di Radio2, giunta ormai alla nona edizione, volta a promuovere il risparmio energetico. Durante la giornata m’illumino di meno infatti, tutte le istituzioni, imprese e persone che decidono di aderirvi, mostrano simbolicamente il proprio impegno in tema di risparmio energetico, spegnendo la luce dalle h 18,00 alle h 19,30. Un “silenzio energetico” che coinvolge monumenti, piazze, insegne e vetrine, uffici, scuole e abitazioni private.

Quest’anno la festa del risparmio energetico cade sotto campagna elettorale, m’illumino di meno, e tutti i suoi sostenitori, vogliono approfittarne per partecipare attivamente con una propria campagna “alternativa”. Lo scopo è quello di lottare contro lo spreco energetico e proporre ai politici un’agenda che tenga in considerazione le tematiche ambientali ed i benefici che se ne possono trarre. In particolare si cerca di sensibilizzare il grande pubblico in merito a quattro punti fondamentali:

1. razionalizzazione dei consumi energetici e riduzione degli sprechi;
2. produzione di energia pulita;
3. mobilità sostenibile (bici, car sharing, mezzi pubblici, andare a piedi)
4. riduzione dei rifiuti (raccolta differenziata, riciclo e riuso, attenzione allo spreco di cibo).

Così sono stati inventati gli slogan più creativi come “yes we spegn”, “Liberté, egalité, risparmieté” e “il contatore è mio e me lo gestisco io”. Sembrerebbe che buona parte della comunità stia partecipando alla campagna di m’illumino di meno, dai radio ascoltatori, ai cybernauti fino ai personaggi famosi del mondo della televisione e dello spettacolo.

Un giorno da pecora vota m’illumino d’immenso:

Luca Mercalli vota m’illumino d’immenso:

Luca Parmitano vota m’illumino d’immenso:

Ecco i dieci punti dell’agendina verde di m’illumino di meno 2013

  1. non c’è efficienza energetica senza ricerca. Più ricerca green = più lavoro
  2. taglio emissioni: meno carbone, più energia rinnovabile
  3. non lasciamo la pacchia del sole agli amici tedeschi
  4. non buttiamo l’energia, cambiamo la rete di distribuzione
  5. crediamoci: il nostro futuro è la green economy
  6. vietato sprecare
  7. ristrutturare e costruire eco-sostenibile
  8. città civile
  9. se non dividi la spazzatura bene sei ……..!
  10. anche a piedi e in bici

M’illumino di meno ha stilato anche un decalogo con le buone pratiche per combattere lo spreco energetico:

  1. spegnere le luci quando non servono
  2. spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici
  3. sbrinare frequentemente il frigorifero
  4. tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria
  5. mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola
  6. se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre
  7. ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria
  8. utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne
  9. non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni
  10. inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni
  11. utilizzare l’automobile il meno possibile e se necessario condividerla con chi fa lo stesso tragitto

Ricordatevi di seguire il decalogo di m’illumino di meno e di partecipare all’iniziativa! Noi di ChomeTEMPORARY votiamo m’illumino di meno!

Per ulteriori informazioni visita il blog di Caterpillar.

Ascolta l’inno di m’illumino di meno 2013: