Condividendo l’auto per un viaggio da Milano a Roma, si risparmiano 126 litri di carburante, che corrispondono all’energia necessaria per tenere accesa una lampadina per due anni e quattro mesi. Questo uno dei vantaggi del car pooling: l’iniziativa volta alla condivisione dei posti auto allo scopo di risparmiare sulle spese di viaggio, ridurre il traffico e inquinare di meno.

Quante volte prendete l’automobile per spostarvi da soli? Provate a contare quanti viaggi fate da soli e in quante occasioni invece condividete l’auto con almeno un’altra persona. Prendiamo per esempio il viaggio in auto per raggiungere il posto di lavoro. Molti italiani vanno a lavorare con il treno, i mezzi pubblici, i più virtuosi in bicicletta, ma moltissimi altri si spostano in auto. Sono forse i più “coraggiosi” perché affrontano ogni mattina il caotico traffico urbano, passando ore in coda o a cercare parcheggio. Se siete tra questi, la prossima volta che siete fermi in fila provate a guardarvi intorno: contate quanti passeggeri ci sono nelle macchine che vi circondano. Vi stupirete (o forse no) nel rendervi conto che la maggior parte degli automobilisti viaggiano soli! Una persona per auto.

oltre l’80% degli spostamenti avviene in auto

oggi in Italia si contano 36 milioni di autoveicoli e oltre l’80% dei conducenti viaggiano da soli

Perché non condividere la propria macchina con persone che fanno lo stesso tragitto ogni mattina? Significherebbe meno auto in strada, meno traffico, e di conseguenza meno inquinamento atmosferico. Condividere l’auto fa bene all’ambiente ma anche al portafogli: con quello che costa il carburante, dividerlo con altri passeggeri può essere un bel risparmio. In Italia quella del car pooling è una realtà ben conosciuta e che presenta un trend in crescita, perché sempre più persone sono attente alla mobilità sostenibile, al risparmio energetico ed economico. Esistono infatti diversi portali online che permettono di organizzare un viaggio condiviso, come Carpooling.it, il portale RoadSharing.com, oppure BlaBlaCar.it.

Quest’ultimo è un network in forte crescita, che nel 2010 primo anno di vita, ha registrato la condivisione di 30 mila posti, che si sono trasformati in 100 mila nell’anno successivo. Nell’anno 2012, grazie alla condivisione di posti auto, sono stati risparmiati circa 140 milioni di litri carburante, che corrispondono a 1360 GWh di energia elettrica. In pratica con il carburante risparmiato grazie a BlaBlaCar si potrebbe illuminare l’intera rete stradale pubblica italiana per oltre due mesi e mezzo.

Se nel nostro Paese si viaggiasse sempre con automobili piene, condividendo i posti liberi, si risparmierebbero ogni anno ben 40 miliardi di tonnellate di CO2 e 55 miliardi di euro

Il funzionamento del servizio è facile e veloce: basta accedere a uno dei portali dedicati, registrarsi ed entrare in contatto con gli altri utenti. Si possono poi condividere i propri percorsi e offrire passaggi a chi deve fare la stessa strada; si stima il consumo di benzina ed eventuale casello, e si divide l’importo con i passeggeri.

BlaBlaCar mette in contatto in maniera facile e sicura, conducenti e passeggeri, che gradualmente stanno cambiando le proprie abitudini quotidiane. BlaBlaCar è un network che opera in sette Paesi europei (Italia, Spagna, Francia, Regno Unito, Portogallo, Paesi Bassi, Belgio, Lussemburgo e Polonia) e mette in contatto automobilisti con posti liberi a bordo con persone in cerca di un passaggio. La community BlaBlaCar è formata oggi da più di 2,8 milioni di iscritti e conta decine di migliaia di destinazioni in tutta Europa. Scopri di più sul sito.

 
Fonti: BlaBlaCar.it e GreenNews.info