“It’s not about MAKING learning happen. It’s about LETTING learning happen.”

“Non si tratta di “far succedere” l’insegnamento. Si tratta di “permettere” che l’insegnamento accada.”

Vi siete mai chiesti come fa vostro figlio di due anni ad usare il vostro iPhone o l’iPad con la naturalezza di chi non ha mai fatto altro nella sua vita? Se la risposta è sì, probabilmente questo è l’articolo più interessante che leggerete in questo mese.

Partendo dalla medesima curiosità Sugata Mitra, insegnante indiano, ha provato a darsi una risposta “lavorando” (se così si può dire) con bambini degli slum e di alcuni villaggi in India. Il suo progetto ha avuto risultati così sorprendenti per cui altri Paesi ed altre culture sono state coinvolte sempre con i medesimi successi.

Ciò di cui Sugata Mitra si è reso conto sul campo è la straordinaria capacità di apprendimento che i bambini hanno, una capacità fondata sull’”autoinsegnamento” di gruppo, un modello nel quale gli  insegnanti o non ci sono oppure hanno un ruolo di solo sostegno “emotivo”. Un modello opposto a quello comunemente adottato  nella scuola, tanto opposto da fargli dire: “il nostro sistema scolastico è obsoleto”.

In questo video scoprirete come i bambini di un remoto villaggio indiano possano imparare da soli com’è fatto il DNA partendo solo da materiale in inglese, lingua  che non conoscendo si autoinsegnano!

Sugata Mitra per realizzare nel mondo scuole per tutti basate su queste capacità di apprendimento, ha partecipato a TED 2013, “Ideas Worth Spreading” – “Idee degne di essere diffuse”- vincendo il primo premio. EVVIVA!