L’idea di base è la stessa, che provenga dalle coste del lago Michigan a Chicago o dalle verdeggianti colline austriache: costruire un grattacielo di legnoBig Wood è il progetto presentato al concorso Skyscraper Competition indetto dal Magazine Evolo di New York, mentre Pyramidenkogel è il grattacielo di legno che verrà costruito a breve in Carinzia, Austria.

Progetto Big Wood

Progetto Pyramidenkogel

Perché preferire il legno al calcestruzzo e acciaio? Si tratta di una scelta sostenibile che riduce l’impatto ambientale della costruzione, poiché la lavorazione del legno consuma meno energia e le corrispondenti emissioni di CO2 sono già bilanciate dall’anidride carbonica assorbita dall’albero mentre era in vita. Inoltre costruire in legno significa usare un materiale traspirante, resistente, con proprietà antisismiche e di isolamento termico e acustico.

In particolare Pyramidenkogel sarà costruito dal gruppo altoatesino Rubner, con legname esclusivamente di provenienza locale per abbattere ulteriormente l’impronta ambientale del grattacielo. Cento metri di spirale che si avvita nel cielo tra le valli della Carinzia circostanti l’omonimo monte Pyramidenkogel, con un panorama mozzafiato assicurato dallo Skybox, l’osservatorio a 360 gradi, sospeso a un’altezza di sessanta metri. Pyramidenkogel non sarà però tutto di legno, nel progetto sono infatti previste 300 tonnellate di acciaio fornite da un’impresa locale. Tutto il resto è realizzato con 500 metri cubi di legno lamellare e 1000 metri quadrati di legno a strati incrociati.

Big Wood invece sorgerà a Chicago, patria del grattacielo moderno, ed è stato ideato dall’architetto statunitense Michael Charters. Big Wood è pensato per un uso universitario, trenta piani di legno che si snoderanno in abitazioni, biblioteche e negozi per studenti. Aspettiamo di vedere queste due opere realizzate..