Lo so.  Guardando fuori dalla finestra, e misurando lo spessore dei vostri calzini in questi giorni, più che di un pic-nic per il lunedì dell’Angelo avreste voglia di castagne arrosto davanti al caminetto. Quando vi porteranno in tavola l’agnello, vi chiederete dove sono finite le lenticchie benauguranti per l’anno nuovo. Eppure siamo a Pasqua, ve lo assicuro, controllate pure sul calendario.

E’ tempo per una nuova playlist, che rispolvera un po’ di dischi ascoltati, comprati e ripescati negli ultimi mesi. Si comincia con il migliore acquisto da tanto tempo: Scott Walker, dal suo “4”. Impossibile non metterci dentro Bowie dopo l’uscita del fantastico “The Next Day”, disco dell’anno 2013 (ok, sto precorrendo i tempi, lo ammetto). Nick Cave ha azzeccato una manciata di ottime canzoni in “Push the Sky Away”, mentre Bill Fay, di cui ho da poco comprato i primi due dischi, datati una vita fa, è stato già ampiamente protagonista di questo spazio.

John Grant non mi ha convinto ancora del tutto con l’ultimo album superelettronico, dunque ho inserito uno dei pezzi sopravvissuti a questa rivoluzione fredda, a cui concedo qualche altra settimana per fare breccia nei miei gusti. Alla fine invece penso che il disco di Rover non sia affatto male. Ci ho messo un po’, ma alla fine questo ragazzone francese che sa di tutto fuorché di Francia, ha conquistato un posto fisso nel cassettino del lettore cd.

I Piqued Jacks (foto sopra) sono amici miei, ma a parte questa disgrazia sono appena stati nel marasma di Austin dove hanno suonato all’Austin Music Week, nei giorni folli del SXSW, e da qualche mese hanno pubblicato un Ep prodotto in America. Li ho messi accanto ai Kinks, sperando che Ray Davis e famiglia possano ispirarli, da quei geni sfacciati del pop-rock che sono sempre stati.

Alla fine mi sono ricordato che siamo nel XXI secolo, quindi ho deciso di chiudere con gli Alt-J e con il gioiello strumentale di Bjork, da “Vespertine”.

1. The Seventh Seal (Scott Walker) 2. Love is Lost (David Bowie) 3. Queen of the fools (Rover) 4. Open My Present (Eels) 5. A Sail (Lisa Hannigan) 6. Mermaids (Nick Cave & The Bad Seeds) 7. Glacier (John Grant & Sinehead O’ Connor) 8. Gotta Keep Walkin (Willy Mason) 9. Never Ending Happening (Bill Fay) 10. Lola (The Kinks) 11. Blackie (Piqued Jacks) 12. Taro (Alt-J) 32. Frosti (Bjork)

Per ascoltarla qui sotto, prima dovete iscrivervi a Spotify. Buon divertimento.

di Lorenzo Mei