La natura può diventare parte integrante di un progetto di architettura, costituendo non solo il paesaggio esterno di un edificio, ma entrando a far parte dell’edificio stesso. Tanto da non distinguere più se è la natura ad esser dentro la costruzione o se è la costruzione che si trova intorno alla natura!

È quello che è successo a Tachikawa, con il Fuji Kindergarten, l’asilo giapponese che è stato progettato e realizzato dallo studio Tezuka Architects, intorno a un grande albero centenario Zelkova. I tronchi sono pareti, i rami e le foglie fanno parte del tetto e nello stesso tempo la Zelkova costituisce il giardino e il parco giochi dei 500 bambini che frequentano questo nuovo asilo tutto particolare.

fotografia di Katsuhisa Kida - Fototeca

fotografia di Tezuka Architects

Lo scopo del progetto è quello di insegnare il rispetto della natura ai bambini, che giocano e imparano circondati dalla natura, in uno spazio in cui non esistono barriere psicologiche tra dentro e fuori. Un modo innovativo di concepire un asilo, che sta funzionando grazie anche ai numerosi dettagli studiati per ottenere uno spazio fluido e continuo, nel pieno rispetto dell’ambiente, e che stimola i bambini a crescere esprimendosi spontaneamente e liberamente.

fotografia di Tezuka Architects

fotografia di Tezuka Architects

L’edificio ha forma circolare, racchiudendo al centro il cortile come luogo d’incontro. Gli ambienti interni sono privi di mura e dinamici: i divisori sono rappresentati solo da mobili che si possono facilmente spostare per riorganizzare l’ambiente in base alle esigenze. Inutile dire che ogni aula gode di una splendida vista, sia guardandosi intorno che alzando lo sguardo verso l’alto, e di tanta luce naturale.

fotografia di Tezuka Architects

fotografia di Katsuhisa Kida - Fototeca

fotografia di Katsuhisa Kida - Fototeca

 Ad ogni apertura sul soffitto corrisponde una scaletta di corda che gli alunni possono utilizzare per salire sul tetto. Le lampade utilizzate sono state installate a vista, allo scopo di mostrare ai bambini come viene prodotta la luce attraverso la corrente elettrica. In estate le pareti scorrevoli creano un unico spazio tra dentro e fuori e il tetto verde garantisce un ambiente fresco e riparato. In inverno le pareti si chiudono e proteggono le aule riscaldate da un sistema radiante a pavimento.

fotografia di Katsuhisa Kida - Fototeca

fotografia di Tezuka Architects

Una nuova esperienza per i bambini del Fuji Kindergarten e anche per la grande Zelkova, che sopravvissuta a un terribile tifone cinquant’anni fa ne ha viste tante, ma sicuramente è la prima volta che si trova ad essere parte integrante di un simile progetto architettonico.