L’innovazione tecnologica e l’avvento di tablet e e-book reader non hanno scoraggiato il grande popolo di lettori! Intendiamo i lettori di libri fatti di carta, gli amanti delle pagine da toccare, sfogliare e annusare (a chi non piace il profumo dei libri??). Non che in Italia si legga moltissimo, neanche la metà della popolazione è costituita da lettori abituali, ed il 46% di questi legge al massimo tre libri all’anno, mentre i lettori più accaniti, che leggono 12 o più libri in un anno, sono soltanto il 14,5% del totale. (Dati Istat riferiti al 2012).

Ad ogni modo, le iniziative che promuovono la lettura sono molteplici e gli italiani sembrano apprezzare e partecipare con entusiasmo. Eccone alcune.

Se ami un libro, lascialo libero: è questa la filosofia del bookcrossing, il sistema di scambio gratuito di libri, ideata dall’americano Ron Allen Hornbake nel 2001. Diffusosi a livello globale, è presente anche in Italia ed è “coordinato” da un sito web sul quale ciascuno può iscriversi gratuitamente e registrare il libro che vuole scambiare, quindi da “liberare”, al quale verrà assegnato automaticamente un codice. Quel codice servirà a tenere traccia del percorso del libro, una volta lasciato in un punto di scambio che può essere un bar, una panchina, un sedile del treno o qualsiasi posto la fantasia suggerisca. Alcuni libri restano in zona, altri compiono chilometri di strada viaggiando attraverso regioni e Paesi. Qui la lista dei luoghi di scambio ufficiale del bookcrossing in Italia.

Agli amanti dei libri piace non solo leggere, ma anche commentare, condividere e parlare delle proprie letture. Ecco perchè una volta al mese i bookcrossari s’incontrano per chiacchierare, per conoscere gente nuova e, naturalmente, per scambiarsi libri. A Milano solitamente s’incontrano in zona Navigli, per scoprire data e luogo visita il sito.

Altro momento d’incontro per lettori nella città di Milano, è lo spazio all’aperto della biblioteca del Parco Sempione. Nella stagione estiva infatti torna il Reader’s Corner, ispirato allo Speaker’s Corner di Hyde Park! Una piccola pedana è a disposizione per chi in 5 minuti vuole raccontare la propria lettura preferita ai presenti, per eventualmente intavolare dibattiti e scambi di idee.

Altra iniziativa legata alla città di Milano è quella di Bibliobus, la biblioteca mobile che grazie a un furgoncino porta in alcune aree della città non servite da biblioteche oltre 1500 libri di narrativa e saggistica disponibili per il prestito. Tutti i cittadini con domicilio a Milano e provincia possono iscriversi gratuitamente e il servizio è accessibile anche ai disabili.

Infine ci sono le iniziative dei “privati”, cittadini appassionati di letteratura che portano avanti idee personali, sempre volte a promuovere la lettura! In Lombardia ad esempio, c’è lo chef che “salva” i libri distribuendoli nei bar dell’hinterland milanese. L’iniziativa si chiama “Libri in transito” e nasce da un’idea di Marco Paravano, 58 anni e della sua compagna Donatella Nicolodi. Similmente al bookcrossing si tratta di uno scambio di libri: Marco recupera dalle biblioteche libri destinati al macero o a scantinati, li carica sulla propria auto e poi li distribuisce in bar ed enoteche per metterli a disposizione di chiunque voglia prenderli e leggerli.

“vogliamo salvare i libri da un triste destino e doniamo loro una nuova vita. Non guadagnamo nulla, ci basta vedere la gente sorridere”.

In Basilicata invece troviamo il maestro Antonio La Cava che ha trasformato la su Ape celeste in un “bibliomotocarro”: i lati sono due vetrine, due scaffali con un centinaio di libri. Il maestro di scuola elementare, in pensione da due anni, gira per la provincia di Matera fermandosi in luoghi di ritrovo per permettere ai giovani di prendere e leggere gratuitamente libri. Per stimolare la creatività dei ragazzi, porta sempre con sé anche dei libri con le pagine bianche, riempite dalle storie dei lettori che si vogliono cimentare con la scrittura.

Insomma, in Italia si leggerà poco, ma se queste iniziative esistono e funzionano, vuol dire che ci sono ancora tante persone che amano i libri, a cui piace leggere e che probabilmente con la loro passione e partecipazione, riusciranno a coinvolgere qualche nuovo lettore! Visto che è arrivata l’estate e con le vacanze si ha più tempo libero da dedicare alla lettura, scegliete la soluzione e la lettura più adatta a voi… e continuate a leggere!!