“Il Papa, la carezza, la luna” è lo spettacolo teatrale che si terrà sabato 21 settembre alle h 21,00 nel Teatro sala Fontana della parrocchia di S. Maria alla Fontana di Milano. Si tratta di uno spettacolo-narrazione del Concilio Vaticano II ed in occasione della presentazione a Milano, viene dedicato alla memoria dell’amato Cardinale Carlo Maria Martini.

Lo spettacolo, ad opera del Gruppo di Narrazione “Il Nardo” Teatro Mondo Piccino – Nino Pozzo, vuole essere un racconto in memoria di alcuni avvenimenti storici che hanno caratterizzato gli anni ’60, come i cinquant’anni del Concilio Vaticano II (1962-1965), la morte di Papa Giovanni Paolo XXIII (1963), i cinquant’anni dall’enciclica di Papa Roncalli “Pacem in terris”. 

Il Concilio è un canto di speranza: vedere il mondo con simpatia e non con sospetto, dialogare con tutte le Religioni e le culture del mondo, camminare insieme alle altre Chiese cristiane, seminare la pace sulla terra, difendere i diritti di tutti, fare la scelta dei poveri. Un patrimonio di cultura e di fratellanza che appartiene a tutta l’umanità. Ecco il sogno di Papa Giovanni XXIII che invitava a guardare la luna e mandava una carezza ai bambini. Una storia che si realizza ancora ogni volta che la si racconta e la si canta…

La regia di Marco Campedelli porta nel racconto suoni, canti, burattini e vera poesia, a conferma di ciò che diceva la filosofa Maria Zambrano: “Una storia non è compiuta finchè non si narra e non si canta”.

La narrazione racconta anche del martirio di mons. Romero, delle donne come profezia nella Chiesa, ed il sogno di una Chiesa che cammina con i poveri; tutti eventi che appartengono alla Chiesa cattolica ma che di fatto hanno costituito uno sviluppo importante per il cammino ecumenico tra le Chiese cristiane e il dialogo tra le religioni. Sono avvenimenti che hanno contribuito a coltivare un pensiero di pace, e l’ascolto reciproco tra i popoli.

Ecco perché Don Angelo della Comunità di Sant Angelo Casati, poeta che definisce poesia tale spettacolo, invita tutti –ma proprio tutti- a questa speciale narrazione, per raccontare al grande pubblico questi accadimenti che hanno incrociato e influenzato la vita di diverse generazioni.

 “Oggi dovremmo sentire il bisogno del Concilio come sentiamo il bisogno dell’ossigeno… per poter tornare a respirare aria di Vangelo!”

Don Angelo  Casati

 

“Già il cardinale Martini ci aveva insegnato, che nei tempi difficili, quelli in cui sembra più difficile sperare, rimane la risorsa del sogno. Sognare e sognare insieme è fare spazio ad una possibilità che piano piano si fa strada e può generare un cambiamento. Nel nostro piccolo, per questo motivo non rinunciamo a raccontare questo sogno di un mondo più umano e giusto, di una chiesa che abbia gli occhi color vangelo”

Marco Campedelli