La bicicletta è uno strumento di mobilità e d’immaginazione. Così inizia lo statuto di +bc, l’associazione nata per diffondere la cultura della bicicletta e l’arte della sua manutenzione. Se non ci avete mai fatto caso, andando in giro per Milano è possibile imbattersi in piccole ciclofficine, degli spazi in cui portare a riparare la propria bicicletta. Ma non si tratta solo di un servizio di riparazione, perché la mission di ciascuna delle ciclofficine è quella di incentivare la cultura dell’autoriparazione, motivo per cui l’associazione +bc ha deciso di mappare e promuovere il lavoro delle ciclofficine di Milano e hinterland.

Se andate in bicicletta, sicuramente vi sarà capitato di aver bisogno di un po’ di manutenzione: lubrificare i freni, riparare la gomma bucata o cambiare la dinamo. Tutti piccoli lavoretti che possono scoraggiare i meno esperti a montare in sella al proprio bolide! Spesso la soluzione più facile e veloce è quella di lasciare la bicicletta in cantina e spostarsi a piedi o con altri mezzi.

Le ciclofficine, realtà indipendenti che operano tutte più o meno con le medesime modalità, vogliono fare qualcosa a questo proposito perché se le persone, ed in particolare i giovani che di solito sono i meno esperti, avessero più conoscenze in questo ambito userebbero di più le due ruote –a pedali!- per spostarsi. E non hanno tutti i torti: tutti promuovono una mobilità pulita e sostenibile, molti che si improvvisano ciclisti urbani e in pochissimi che sanno come riparare le biciclette!

Come funziona una ciclofficina? Nella ciclofficina si possono trovare pezzi di ricambio nuovi e usati e tutti gli strumenti utili per riparare da sé la propria bicicletta. Questo ovviamente per gli esperti che “conoscono il mestiere”. Per chi “se la cava” ma non maneggia perfettamente chiavi e camere d’aria, volontari esperti sono a disposizione per assistere il ciclista in panne e aiutarlo nella riparazione del proprio mezzo. Insomma, nella ciclofficina ciascuno può farsi aiutare a sistemare la propria bici imparando qualcosa! Non a caso la filosofia cardine delle ciclofficine è “lo vedi, lo fai, lo insegni”.

E per chi ama andare in bicicletta ma nessuno gli ha mai spiegato che la sella è regolabile o come funziona la dinamo della luce? Pensiamo ai più giovani che usano spesso la bicicletta ma che sono completamente inesperti di manutenzione. Anche in questo caso la ciclofficina può aiutare! Meccanici esperti sono disponibili per riparare la bicicletta al posto del proprietario, ma organizzano anche dei corsi di formazione che prevedono sia momenti teorici che attività pratiche di riparazione! In fondo la manutenzione della bicicletta è alla portata di tutti e non occorre avere particolari abilità meccaniche. Non dimentichiamo inoltre che imparare a riparare significa usare pezzi di ricambio e riciclare anziché buttare e comprare pezzi o biciclette nuove.

In collaborazione con l’associazione +bc, vengono organizzate diverse iniziative che coinvolgono volontari e cittadini, come ad esempio le ciclofficine di strada, ovvero team di meccanici volontari che con gazebo, cavalletto e propri attrezzi e pezzi di ricambio, aiutano nell’autoriparazione ciclisti in difficoltà durante raduni, feste e manifestazioni pubbliche. In particolare +bc gestisce la Ciclofficicna Stecca, luogo in cui progetta nuovi modelli di biciclette o come ama definirle “macchine a propulsione umana”.

Esistono ben 10 ciclofficine nella zona di Milano, sintomo che l’iniziativa di sensibilizzazione sta funzionando. Dato ancor più interessante è rappresentato dalle persone e le realtà che gestiscono le ciclofficine: innanzitutto si tratta sempre di volontari, dunque di persone che sono spinte da una sincera passione personale. Ad esempio la Ciclofficina Ruotalibera è autogestita e fondata da alcuni studenti della Facoltà di Agraria, la Ciclofficina UnZa è stata fondatata dall’omonima Associazione Culturale mentre la Ciclohibofficina è un laboratorio gestito da giovani soci dell’associazione culturale Arci Ohibò, con il duplice intento di coinvolgere i ragazzi delle medie e superiori nel doposcuola in un’attività creativa e manuale e di tenerli lontani dalla vita di strada, dalla tv e da internet.

Se i pedali e le due ruote sono il mezzo di trasporto delle città del futuro, si promuove il loro utilizzo perché si tratta di mobilità pulita e si costruiscono sempre più piste ciclabili e servizi per i ciclisti, le ciclofficine sono il servizio che mancava e l’associazione +bc il giusto strumento per diffondere la nuova cultura dell’autoriparazione!

1. Ciclofficina Stecca 
Zona Isola – via G. De Castillia, 26
http://www.piubici.org/
note: Per accedere alla ciclofficina, utilizzare gli spazi e gli attrezzi, ti viene chiesta una quota associativa di 5 euro annuali. Servirà ad autofinanziare il posto e a coprirti da eventuali danni che potresti procurare.

2. Ciclofficina UnZa
Zona Niguarda – via Bianchi d’Espinosa angolo Graziano Imperatore
http://www.unza-milano.org/

3. Ciclofficina RuotaLibera
Zona: città Studi – via Celoria, 2 (entrando dal cancello principale della facoltà di Agraria, girare a destra e superare il cancelletto, nei box nel cortile a sinistra, davanti alla serra, si trova la ciclofficina)
http://ciclofficinaruotalibera.wordpress.com/

4. Cicloffina Ponte Giallo
Zona via Padova, viale Monza – anfiteatro della Martesana, nel parco tra via Agordat e via Bertelli
http://ciclofficinamartesana.blogspot.com/

5. Ciclofficina Suicycle Tendencies 
Zona Affori – Villa Vegan Squat – Via Litta Modignani, 66
http://villavegansquat.noblogs.org/ciclofficina/

6. Ciclofficina Cuccagna
Zona Porta Romana/Piazzale Lodi – via Cuccagna 2/4, ang. via Muratori c/o Cascina Cuccagna
http://www.cuccagna.org

7. CiclOhibOfficina
Zona Piazzale Lodi – via Benaco 1, ang. via Brembo
https://www.facebook.com/Ciclofficinaohibo
note: Essendo la ciclofficina situata in un circolo arci è necessaria la presenza della tessera che permettere di accedere ai servizi forniti dal locale, oltre che all’assicurazione.

8. Gherociclo – La ciclofficina di GheroArtè (Corsico)
Zona Corsico – Ex-Stazione F.S. – Via Gramsci 4, Corsico
http://www.gheroarte.com/news-eventi/gherociclo/
note: tessera solare annuale (6 euro)

9. Ciclofficina Balenga (Corsico)
Zona Corsico – Naviglio
Alzaia Naviglio Grande, angolo via Molinetto di Lorenteggio, Corsico
http://www.ciclofficinabalenga.com

10. Ciclofficina Gasolio:
Zona Cologno Monzese
via Pablo Neruda, 5 (Presso la Casa In Movimento)
http://www.ciclofficinagasolio.org

11. Coes – Ciclofficina Eco Sociale 
Zona Coes è una ciclofficina itinerante senza fissa dimora
http://www.facebook.com/ciclofficina.COES
email: coes.info@gmail.com

Scopri qui i corsi di formazione e i dettagli di tutte le cilcofficine di Milano

Le regole fondamentali della Ciclofficina:

* Chi fa per sè fa +bc.
Qui siamo tutti volontari, anche voi potete aiutare, siate pazienti, cercheremo di condividere le nostre conoscenze appena possibile.

* Non siamo un negozio.
I ricambi sono a disposizione per chi se li monta in ciclofficina. Quelli nuovi al prezzo di costo, quelli usati e il nostro aiuto a offerta libera.

* Se lasci qui la bici.
Assicurati che sia ben posizionata sulla rastrelliera in corridoio e dotala di un cartellino con data e nome, la terremo con noi per un mese, poi sarà disponibile per altri.

* La tessera è obbligatoria.
Siamo un’associazione: per accedere agli spazi e ai servizi bisogna tesserarsi.