L’11 febbraio è la data che è stata scelta per celebrare la giornata mondiale contro le attività di spionaggio web dell’NSA, l’Agenzia per la Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti d’America. The Day We Fight Back ovvero il giorno in cui contrattacchiamo è un’iniziativa promossa da grandi nomi che operano sul web come Reddit, Mozilla, Electronic Frontier Foundation e Freepress, allo scopo di dare un seguito alla grande protesta su Internet del 2012. Campagna che riuscì a bloccare SOPA/PIPA, il progetto di legge del governo americano per mettere sotto controllo il web attraverso il diritto di proprietà intellettuale.

Dalla protesta del 2012 sono successe tante cose: il 2013 è stato soprannominato Datagate, ad indicare le rivelazioni dell’ex tecnico della NSA e della CIA Edward Snowden, relative al programma di controllo di massa di USA e Regno Unito. L’11 gennaio 2013 Aaron Swartz, giovane genio della tecnologia e promotore del libero accesso alle informazioni sul web, si è tolto la vita dopo essere stato accusato di aver scaricato illegalmente da un database accademico e reso pubblici quasi cinque milioni di articoli scientifici.

 “Dalle prime rivelazioni della scorsa estate, centinaia di migliaia di utenti internet si sono uniti per protestare online ed offline contro i programmi di sorveglianza dell’NSA; queste modalità di spionaggio attaccano il diritto di tutti noi di comunicare in privato, e scavalcano i fondamenti stessi della democrazia. Solo un movimento formato da attivisti pacifici, organizzazioni ed aziende può convincere Washington a fare un passo indietro”.

Josh Levy di Freepress

Ovviamente la battaglia è sul web e le armi sono le parole e gli strumenti informatici, come ad esempio i widget che stanno progettando alcuni sviluppatori che supportano la manifestazione per incoraggiare la lotta alla sorveglianza di massa, oppure la condivisione sui social media di contenuti, banner, slogan e l’uso di hashtag come #stoptheNSA.

The Day We Fight Back serve anche per ricordare Aaron Swartz e proseguire con la lotta alla libertà web che ha sempre sostenuto attivamente.

Chiunque voglia continuare ad usare liberamente strumenti d’informazione online come Wikipedia, i blog o Youtube ha più di un buon motivo per decidere di far parte della protesta. Sul sito web ufficiale si possono trovare tutte le informazioni su come partecipare alla giornata mondiale contro lo spionaggio.