Dove: Largo Richini, 14 – Zona Statale

In occasione dell’evento Fuorisalone 2014 abbiamo incontrato gli artigiani Stefano Sassi e Samuele Zanardo della falegnameria Xilo-Idea autori della collezione “EIDOS” realizzata in collaborazione con Slow Wood, innovativa start-up che – attraverso un connubio di tradizioni e innovazioni, design e artigianato di alto livello, imprenditorialità e cultura – propone mobili e complementi di arredo in legno.

Stefano e Samuele ci hanno raccontato la contemporaneità dei loro 4 articoli di arredo.


Come nascono i prodotti?

Gli articoli di arredo che presentiamo si ispirano ai solidi platonici. Abbiamo preso spunto partendo da un libro che tratta armonia celeste, la matematica, la musica, la geometria. Abbiamo dato un nostro senso ai 4 elementi di Platone: Terra, Acqua, Aria, Fuoco.
La terra (cubo) diventa un tavolino, l’acqua (icosaedro) diventa un vaso, l’aria (ottaedro) diventa un porta oggetti e il fuoco (tetraedo) diventa una lampada.

Descriveteci i prodotti…

Il  cubo, che per Platone rappresentava la Terra, diventa un tavolino : è una sorta di cassaforte con 4 cassetti (4 punti cardinali) che si bloccano con una chiave magnetica che riprende il discorso del magnetismo terreste. Il materiale utilizzato è il legno di rovere.

L’icosaedro, che per Platone rappresentava Acqua, diventa un portavaso che può essere arricchito con un vaso di vetro, di murano e da led che tramite arduino vengono comandati per far giochi di luce.

L’ottaedro, l’Aria per Platone, diventa un porta oggetti, uno scrigno che con un sistema di contrappeso sale e scende dal soffitto. Viene qui ribaltato il concetto di mobile: l’oggetto viene attaccato al soffitto, diventa aria e, quando non viene utilizzato, non da fastidio.

Il tetraedo, il Fuoco per Platone, diventa una lampada trattata in modo che si incendia di rosso grazie all’utilizzo di legno di ciliegio tagliato finissimo e trattato con resina che assorbe il calore e non fa dilatare il legno.

La Terra

L'Acqua

L'Aria

Il Fuoco

E il quinto elemento di Platone?

Platone aveva studiato un quinto elemento che non aveva associato ad Aria, Terra, Acqua, e Fuoco: un elemento attraverso il quale Dio creò la bellezza dell’Universo, lo Spirito. Noi lo tireremo fuori a breve e sarà il completamento della serie, la nostra sorpresa del 2015.

Come esprimono contemporaneità questi prodotti?

Anche se i solidi sono antichissimi di concezione, i meccanismi, gli ingranaggi, i led, il magnetismo, la resina e l’ arduino sono la modernizzazione, la contemporaneità.

Come il progetto impatta sulla vita delle persone?

Sono prodotti di arredo utilizzati per un qualcosa di prezioso, di personale: una cassaforte, uno scrigno.

Qual è la risposta del pubblico?

Piacciono molto per la loro forma perfetta bella da vedere e per la nostra rivisitazione con utilizzo di ingranaggi, magnetismo. La nostra volontà è creare dei mobili non passivi ma studiati per creare interazione e gioco tra le persone.

Impatto ambientale del prodotto

Lavorando con Slow Wood ci rifacciamo ai loro valori: certificazione dei materiali ed uso manuale delle tecniche di lavorazione. I prodotti, costruiti completamente a mano con attrezzi manuali in un piccolo spazio e senza macchinari, hanno quindi impatto ambientale pari a zero.

Quando e come capisci che ne è valsa la pena?

Ci lavoriamo da 5 mesi circa, ci siamo divertiti a realizzarli, ma la soddisfazione maggiore è esser qui al Fuori Salone 2014.

Samuele Zanardo e Stefano Sassi