DOVE: Palazzo Isimbardi, corso Monforte 35

In occasione della Milano Design Week, Palazzo Isimbardi, in corso Monforte, ha ospitato una serie di allestimenti che si sono distinti a livello internazionale per l’innovazione tecnologica e per i valori di sostenibilità, accessibilità e qualità della vita.

Tra le varie esposizioni c’era anche ICub! Per chi non lo conoscesse ICub (cucciolo in inglese) è un robot androide, costruito dall’Istituto Italiano di Tecnologia, alto 104 cm e pesante 22 kg, che ricorda esteticamente un bambino di tre anni. Il robot possiede cinquantatré motori che gli permettono di muovere braccia, gambe, mani e vita e può vedere e sentire e gattonare.

ICub

Il prototipo venne presentato per la prima volta nel 2009 al Festival della Scienza di Genova, dopo una serie di ricerche che erano iniziate nel 2003 per la costruzione del robot. Come i bambini, ICub possiede un cervello nato per imparare: se sbaglia a prendere la palla, il computer all’interno che lo guida percepisce l’errore e lo corregge.

La virtù di ICub non consiste solo nella sua capacità di giocare a palla, ma nel riuscire ad apprendere il comportamento dell’uomo e ad assimilarlo: ad esempio, riesce ad acquisire progressivamente la lingua grazie al programma ITalk.

ICub

Martina Casagrande