Quali sarebbero le cose che più vi mancherebbero se doveste perdere la vostra casa? Sicuramente moltissime cose, probabilmente tutto, ma prima di ogni comfort e abitudine, sono i bisogni primari quelli che tutti cercheremmo di soddisfare per primi. Un tetto sotto il quale dormire, cibo, acqua e sapone. Sì, acqua e sapone, perché l’igiene personale è una delle necessità primarie, una delle più importanti per chi non ha la fortuna di vivere in una casa. Come fa chi vive per strada a lavarsi, se non ha un posto in cui farlo?

A questa necessità ha cercato di trovare una soluzione Lava Mae, il progetto portato avanti nella città di San Francisco che trasforma i vecchi autobus dismessi in docce e servizi igienici per aiutare chi una casa non ce l’ha.

I bus-doccia sono autobus recuperati, i cui interni sono stati “ristrutturati” con delle cabine doccia e dei servizi igienici. Sono funzionanti, perciò di possono spostare, raggiungendo così le numerose persone senzatetto sparse per la città.

Sono collegabili agli idranti e possono ospitare circa 200 persone ogni giorno. Duecento persone che ogni giorno hanno la possibilità di usare dei servizi igienici e lavarsi, evitando potenziali problemi di salute, emarginazione e mantenendo un senso di dignità e autostima che derivano dalla condizione di poter soddisfare la necessità primaria di pulizia personale.


L’accesso all’acqua e ai servizi igienici è un diritto umano fondamentale e le migliaia di persone che in ogni comunità del mondo sono senza casa, non hanno questo “lusso”. Vivono in una situazione di disagio anche perché non possono lavarsi ogni volta che ne hanno bisogno, peggiorando le proprie condizioni igieniche e conseguentemente di salute e sociali.

A San Francisco vivono oltre 7350 persone senza fissa dimora -di cui la metà vive per strada- ed esistono solo 8 punti doccia. Il progetto pilota di Lava Mae è partito lo scorso giugno con un bus-doccia e l’obiettivo è quello di arrivare entro il 2015 a girare la città di San Francisco con 4 autobus per fornire 2000 docce alla settimana.

Everyone has the right to be clean.

With hygiene comes dignity and with dignity, opportunity.

L’idea di Lava Mae ha fatto il giro del mondo (Singapore, Sao Paulo, Los Angeles…), spingendo gruppi, associazioni e singoli individui a contattare l’associaizone per chiedere informazioni su come creare dei bus-doccia per la propria comunità.

“Let’s create a mobile revolution!”


In Italia, l’ultimo censimento Istat ha registrato che circa 50000 persone vivono senza fissa dimora, che servizi hanno a disposizione? Le nostre città sono in grado di soddisfare il diritti umano fondamentale dell’accesso all’acqua per tutti? Sicuramente il progetto dei bus-doccia è un ottimo esempio da cui prendere spunto!

Per maggiori informazioni visitate il sito ufficiale e guardare il video del progetto: