Vi ricordate il Tuttocittà? Quello che non poteva mancare nel cruscotto dell’auto o nel sottosella dello scooter! Quando si doveva raggiungere un posto di cui non si conosceva la strada, fino a qualche anno fa (forse un decennio!) bastava consultare l’immancabile Tuttocittà, con la speranza che l’indirizzo ricercato non si trovasse proprio sulla pagina strappata e scolorita da chissà quale agente atmosferico (e non). Ovviamente la tecnologia ha migliorato e velocizzato la consultazione delle mappe stradali: in seguito bastava consultare sul web le mappe online di Tuttocittà, o di ViaMichelin e poi stampare il percorso su carta per portarselo dietro durante il viaggio.

Oggi abbiamo navigatori gps integrati nella nostra auto, smartphone e tablet  con applicazioni che ci mostrano la strada, calcolano quanta benzina consumeremo, indicano quali sono i punti di ristoro, se ci sono lavori in corso e molto, molto altro ancora. Ma con che criterio i navigatori indicano il percorso ideale per raggiungere un indirizzo? Anche qui la scelta è varia, si può scegliere il percorso più veloce, il più corto, il meno trafficato oppure quello senza pedaggi da pagare.

E se si sta andando in vacanza o si tratta di un viaggio di relax verso nuovi Paesi? Insomma, non tutto l’anno abbiamo fretta e la necessità di raggiungere i luoghi che c’interessano affidandoci all’itinerario “ideale” calcolato in base alla fascia oraria, alla lunghezza o al costo.

Il viaggio in molte occasioni, può diventare un’esperienza molto piacevole e nuova ogni volta, anche se non si tratta della partenza per una vacanza, ma ad esempio di un viaggio di lavoro, o di un semplice spostamento, possiamo scegliere il modo migliore di affrontarlo. Come? Scegliendo la strada più bella! Non la più veloce, o la meno trafficata, ma quella che passa attraverso paesaggi incantevoli, che segue tutta la costa, che passa di fianco a monumenti storici, oppure che mostra costruzioni tipiche del luogo o la natura circostante. Perché privarsi della cornice di bei paesaggi durante il proprio viaggio? Perché non approfittarne per scoprire luoghi nuovi e rifarsi gli occhi?

Daniele Quercia degli Yahoo Labs di Barcellona insieme a un paio di suoi colleghi si è domandato la stessa cosa, e ha trovato la risposta in un nuovo servizio che utilizza le mappe stradali per indicare il percorso più bello e piacevole per ogni destinazione.

Il team di Daniele Quercia ha inventato un algoritmo basato sulle indicazioni fornite dagli utenti online sui posti più belli che si possono trovare nella città in cui ci si trova, utilizzando le immagini dello street View di Google e di Flickr (proprietà Yahoo).

Si tratta ancora di un’idea (l’app ancora non esiste), ma la fase di sperimentazione a Londra sta dando buoni risultati e in un futuro, speriamo non troppo lontano, scegliere il percorso più bello potrebbe diventare un’opzione da affiancare agli itinerari più brevi e più veloci!

Nel frattempo vi mostriamo noi alcune delle strade più belle e particolari che vale la pena di percorrere almeno una volta. In attesa del nuovo servizio di mappe, segnatevi quelle che preferite e sceglietele per il prossimo viaggio!

Atlantic Ocean Road – Norvegia

Atlantic Ocean Road – Norvegia

Tianmen Mountain Road – Cina

Tianmen Mountain Road – Cina

United States Route 66 – USA

Les Champs Elysées – Parigi

Guoliang Tunnel Road – Cina

Going-to-the-sun Road – Montana, USA

Going-to-the-sun Road – Montana, USA

Seven Mile Bridge – Florida, USA

Costiera amalfitana – Italia

Chapman’s Peak Drive – Città del Capo, Sudafrica