Il tema di Expo 2015 è “Nutrire il pianeta. Energia per la vita”, ma è davvero possibile assicurare a tutta l’umanità cibo a sufficienza? Riusciremo a vincere la battaglia mondiale contro l’insicurezza alimentare? Saremo in grado di prendere decisioni realmente sostenibili per il pianeta e l’umanità? Expo 2015 lancia una sfida per tutti noi e pone l’attenzione su uno dei più seri paradossi del terzo millennio.

In preparazione all’esposizione universale di Milano la Fondazione Culturale San Fedele, in collaborazione con aggiornamenti sociali e popoli, ha organizzato un ciclo di seminari per informare, riflettere e confrontarsi sul contributo che Expo 2015 può offrire nel percorso di costruzione di una società sostenibile.

In particolare sono previsti 3 seminari per affrontare insieme a professori, pensatori ed esperti del settore, la relazione tra cibo e ambiente, società, legislazione, religione e cultura.

 

Ecco di seguito i dettagli di ciascun seminario, la partecipazione è gratuita con registrazione obbligatoria.

Milano, 9 ottobre 2014
 – Fondazione Culturale San Fedele
ore 10.00-17.00

Andrea Segrè, 
docente di politica agraria internazionale e comparata; presidente di Last Minute Market


Massimo Galbiati,
 biologo vegetale, Università degli Studi di Milano

Chiara Tintori, redattrice della rivista Aggiornamenti Sociali

Padova, 23 ottobre 2014
 – Università degli Studi

ore 10.30-17.00

Vincenzo Buonomo, docente di diritto 
internazionale ed esperto 
della Rappresentanza della 
Santa Sede presso la FAO

Matteo Mascia, 
coordinatore del 
progetto Etica e 
politiche ambientali della Fondazione Lanza

Stefano Piziali, Head of Advocacy Intervita Onlus

Milano, 20 novembre 2014
 – Fondazione Culturale San Fedele
ore 11.00-17.00


Luciano Manicardi,
 monaco vicepriore della Comunità di Bose

don Walter Magnoni, 
teologo morale

Simone Morandini, coordinatore Progetto Etica Filosofia e Teologia
 Fondazione Lanza



I tre seminari si inseriscono negli eventi che caratterizzeranno la partecipazione della Caritas Internationalis, Italiana ed Ambrosiana nell’esposizione universale del 2015.

Scarica il programma