Siamo in piena rivoluzione digitale. O meglio, in Italia è alle porte ed è capitanata dal nuovo Digital Champion, Riccardo Luna. Chi se non lui, da sempre in prima linea con progetti ed iniziative volte ad incoraggiare e promuovere l’innovazione digitale?

“La rivoluzione digitale ha rischi e opportunità ma se non cogliamo le opportunità ci restano solo i rischi. È il nostro futuro. E non c’è posto migliore dove andare perché lo stiamo costruendo noi. Assomiglia ai nostri sogni”

Riccardo Luna

 

Ogni Paese europeo ha il proprio Digital Champion, quello che può essere definito come il portavoce dell’innovazione digitale che ha il compito di “digitalizzare” i propri cittadini.

Riccardo Luna è stato ufficialmente nominato Digital Champion lo scorso settembre ed ha già creato un sito web per accogliere gli innovatori digitali italiani. L’idea è quella di avere un Digital Champion in ogni comune d’Italia (circa 8000), per creare una rete di volontari e appassionati che “fanno davvero qualcosa di innovativo e importante per far avanzare il digitale nei quattro settori fondamentali: scuola, pubblica amministrazione, imprese e anziani.”

Sì, volontari, perché il Digital Champion non è retribuito e non ha budget, ma questo non ha fin ora minimamente scoraggiato gli inovatori digitali di tutta Europa che stanno effettivamente raggiungendo importanti risultati nell’ambito dell’alfabetizzazione digitale coinvolgendo e stimolando le amministrazioni locali. Gli italiani non sono da meno, in poche settimane Riccardo Luna racconta nel suo microblog presente nel sito di digitalchampions.it, che ha giù ricevuto numerosissime mail di aspiranti campioni digitali (100 messaggi in un sol giorno)!

Allora che aspettate? Siete sviluppatori? Appassionati del mondo digitale? Avete idee o storie “digitali” che volete condividere? Leggete quali sono gli obiettivi del Digital Champion e se vi ritrovate candidatevi per traghettare i vostri concittadini verso l’era digitale italiana! Come dice Luna, per una “Italia che sogna, che inventa, che innova”.

Obiettivi dei Digital Champions:

1) diventare una sorta di help desk per gli amministratori pubblici sui temi del digitale

2) muoversi come difensori del cittadino in caso di assenza di banda larga, wifi ed altri diritti negati

3) dovranno promuovere, anche con il ricorso al crowdfunding, progetti di alfabetizzazione digitale, dai bambini ai nonni

Per approfondimenti: scoprite tutti i dettagli sul sito ufficiale e leggete l’intervista a Riccardo Luna su Wired.