Il mondo digital sta raggiungendo sempre più ambiti della nostra vita: ci connettiamo a Internet o scarichiamo app per cucinare, viaggiare, chattare, lavorare e giocare. Pian piano anche l’arte e la cultura stanno entrando a far parte del mondo virtuale diventando più accessibili e a portata di click. Dopo il progetto Wiki Loves Monuments Italia, volto a valorizzare, documentare e promuovere il patrimonio culturale italiano, arrivano le prime cultural app che, ciascuna con le sue peculiarità, avvicinano il grande pubblico alla cultura attraverso le nuove tecnologie. Ecco 5 cultural app molto utili per cittadini,  professionisti, turisti e famiglie.

Leggere la cultura: OPAC SBN

L’OPAC SBN è un servizio online del Ministero dei beni e delle Attività Culturali e del Turismo, diventato anche app per smartphone e tablet (sia Android che iOS). Utile per studenti, appassionati d’arte e professionisti del settore, per accedere alla consultazione di circa 12 milioni di notizie bibliografiche del Catalogo del Servizio Bibliotecario Nazionale. Oltre alla ricerca bibliografica l’app permette di localizzare su una mappa le biblioteche che possiedono il documento ricercato, visualizzare i dettagli della biblioteca e salvare ricerche e dati nei preferiti.

Cultural Tour: Multiwalks

L’idea è originale e coinvolge cittadini e artisti in innovativi walking tour che raccontano le città europee attraverso personaggi, voci e storie diverse. Con Multiwalks è possibile visitare una città scoprendo la storia, i monumenti e visitando i luoghi d’interesse, attraverso comode mappe, video, immagini e racconti direttamente sul proprio smartphone. Purtroppo per il momento sono presenti solo 4 tour (2 a Londra, uno a Oslo e uno in Emilia Romagna), per renderla un’app davvero utile i suoi realizzatori dovranno sicuramente arricchirla di tour! Multiwalks è creata grazie alla collaborazione fra l’organizzazione artistica inglese Motiroti, il Centro Interculturale Mondinsieme di Bologna, il Museo Interculturale di Oslo e finanziata dall’European Cultural Foundation e Arts Council England.

Musei a portata di mano: iMiBACT MUSEUM

Promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, l’app propone informazioni e schede dettagliate su oltre 500 musei italiani statali. Per gli amanti della cultura con iMiBACT è possibile scoprire i musei più vicini, i monumenti, i punti d’interesse e i percorsi storico-artistici del territorio. L’app è ben fatta e gratuita (sia su Android che iOS).

Social network d’architettura: Site and Place

Site and Place è il database dell’“architettura costruita geolocalizzata”. E’ un’app di nicchia che si rivolge principalmente a progettisti e aziende, ma può essere interessante anche per appassionati di architettura. Inoltre punta a creare un network di settore sfruttando la capillarità del web, perciò vale la pena conoscerla e diffonderla. Con Site and Place è possibile entrare in contatto con progettisti e costruttori di edifici ed in generale opere architettoniche, che vengono condivise sull’app. I professionisti possono far conoscer il proprio lavoro e chiunque sia interessato può facilmente chiedere informazioni su edifici o progetti.

L’arte per bambini: Art Stories

Art Stories è un’app dedicata ai bambini per introdurli giocando, al mondo dell’arte. Visto che i più piccoli sono attirati dalla tecnologia, perché non farli giocare con un’app divertente ed educativa allo stesso tempo? Si inizia con la storia e i segreti del Castello Sforzesco raccontati dagli Sforza e da Leonardo da Vinci attraverso storie avvincenti, avventure, animazioni e giochi. L’app è disponibile solo su iOs e costa 2,99€. Speriamo che sarà presto arricchita con altri luoghi storici italiani.

Art Stories App