Non avevo mai sentito parlare di Maysoon Zayid, ma da quando l’ho ascoltata all’ultima conferenza TED continuo a pensare a lei. Maysoon è stata la prima persona a tenere degli spettacoli comici in Palestina e in Giordania, ed è tra le prime donne musulmane cabarettiste d’America. È anche un’attrice e un’attivista che lotta contro le minoranze etniche, interessandosi a tematiche come terrorismo, islamfobia e conflitti israele-palestinesi. Si occupa anche di volontariato, portando avanti progetti per bambini palestinesi orfani e disabili. Ah sì, Maysoon è disabile, dalla nascita, e racconta la sua vita con la paralisi cerebrale scherzandoci su, come scherza sulla sua famiglia e sulla globalizzazione.

Maysoon Zayid, TED 2014

Ne sono rimasta affascinata. Per l’esempio che rappresenta per migliaia di persone, anzi miliardi di persone, perché la sua determinazione, schiettezza e forza di volontà sono un esempio per tutta la società contemporanea. Una società fatta di troppe persone che perdono stima e fiducia in sé stesse ogni giorno, persone che si scoraggiano e gettano la spugna. Adulti che non credono più nella gioia della vita, giovani insoddisfatte perché non hanno un corpo da copertina, persone che si deprimono per piccole sconfitte quotidiane.

Mi domando allora come sia possibile che vivano sullo stesso pianeta persone così sfiduciate e persone come Maysoon, così forte nonostante le numerose avversità che ha incontrato nella sua vita, sin dal primo giorno che ha visto la luce.

I suoi genitori le hanno sempre detto che poteva fare tutto quello che facevano gli altri, poteva fare quello che voleva. Lei ci ha creduto e ha fatto anche di più.

Mi è capitato di vedere il video col discorso di Maysoon a quindici giorni dalla fine dell’anno, non poteva accadere in un periodo più azzeccato di questo in cui spesso viene spontaneo fare il bilancio dell’anno appena trascorso e i progetti per il nuovo inizio. Le parole, le espressioni e i sorrisi di Maysoon Zayid mi hanno fatto dire “si-può-fareee” (cit. Frankenstein) ancora una volta, e perciò ripropongo a voi questo video come augurio per il nuovo anno, che sia d’ispirazione per nuovi progetti e tanti buoni propositi!

 

 

Silvia Argentiero