Amore, vita, spirito, natura. Così a fine anni ’80 Eros Ramazzotti cantava a proposito di cosa la musica è. Nigel Stanford la definirebbe oggi qualcosa come “scienza ed onde sonore”.

Suona più fredda e poco emozionale definita così e invece gli esperimenti scientifico-musicali del musicista neozelandese dimostrano tutto il contrario. Nigel Stanford gioca infatti con elementi naturali come sabbia, acqua e fuoco, creando sorprendenti effetti speciali di luci, forme e movimenti, che vedono sempre come protagonista la musica (e le sue onde sonore).

Cymatics ©Nigel Stanford

Cymatics ©Nigel Stanford

Cymatics ©Nigel Stanford

Stanford ci mostra principi di fisica, ma anche creatività, fusi con suoni e vibrazioni. Insomma musica e scienza, suoni e natura; ma la musica di Nigel Stanford non va raccontata, bensì ascoltata e guardata!

Cymatics ©Nigel Stanford

Cymatics ©Nigel Stanford

Ecco il video del progetto intitolato Cymatics, diretto da Shaihr Daubd e creato in occasione dell’uscita del primo singolo di Stanford del suo nuovo album Solar Echoes.

 

Source images: ©Nigel Stanford