Proseguiamo la collaborazione con Giacomo Biraghi, guru di Expo 2015, che condivide con noi riflessioni e informazioni, impreziosendo il blog di ChomeTEMPORARY con news ufficiali sulla grande esposizione universale. Di seguito trovate la sua prefazione estratta dall’e-book, scaricabile gratuitamente, #2015! Una nuova visione territoriale ed Expo 2015: connettere persone, luoghi, oggetti, idee ed emozioni.

Expo è già iniziata, Expo è una continua opportunità per far nascere o accelerare attività e imprese, creare nuove opportunità lavorative, attrarre turisti ed investimenti a Milano e in Lombardia.

Si parla tanto di Expo 2015 ma spesso senza una piena consapevolezza del tema e del format: che cos’è una Esposizione Universale, come funziona, quali possono essere le opportunità e i vantaggi per le imprese?

Una Expo Universale è un parco tematico principalmente rivolto a famiglie e bambini, un condominio amministrato dalla società Expo 2015 Spa che si occuperà dell’infrastrutturazione degli spazi comuni del sito (senza intervenire nei vari lotti interni assegnati ai partecipanti) e della gestione dell’evento.

I condomini sono invece una serie di soggetti provenienti da diverse parti del mondo per creare una polifonia di voci: 144 Paesi, 3 organizzazioni internazionali, più di 70 partecipanti della società civile, 3 partecipanti Corporate, più di 20 Sponsor. Circa 200 attori coinvolti con i quali è possibile sviluppare opportunità di business e di fornitura di prodotti e servizi. L’evento genererà 10 miliardi di euro di valore aggiunto suddiviso in impatto diretto e indiretto, segnatamente nei settori dell’industria edile, del turismo, della ristorazione e dei servizi per le imprese.

Expo è, dunque, di chi se la prende. I protagonisti siamo tutti noi. È l’unico grande evento in cui, per regola, vincono tutti coloro che partecipano.

Le opportunità sono molte proprio perché non esiste un unico interlocutore cui fare riferimento, ma tante controparti con le quali interfacciarsi per valorizzare il proprio territorio e il proprio business!

Molte opportunità, dunque, dentro e fuori dal sito.

Dentro al sito espositivo.

Una prima possibilità è rispondere alle Request for proposal (RFP): procedure utilizzate per selezionare partner e sponsor, fornitori di prodotti e servizi o costruttori di lotti negli spazi comuni del sito.

È poi possibile diventare fornitori attraverso il Catalogo per i partecipanti ad Expo 2015, uno strumento per presentarsi ai Paesi per la progettazione, costruzione o allestimento dei loro padiglioni; o ancora un’altra modalità per ampliare il proprio business collaborando all’interno del sito è sponsorizzare la propria attività nel Padiglione Italia o nei singoli padiglioni dei Paesi e divenire così sponsor ufficiali di uno dei condomini.

Vi sono poi svariate opportunità fuori dal parco tematico, in città e sul territorio lombardo.

Singoli, imprese e associazioni possono partecipare all’ecosistema digitale E015, un ambiente di cooperazione aperto a enti e imprese, per condividere dati e sviluppare nuove applicazioni software. La piattaforma vuole favorire la creazione di prodotti e servizi che migliorino l’esperienza di visita durante l’evento come sistemi di infomobilità, e-ticketing, ecc.

È possibile, inoltre, allacciare cooperazioni con i Paesi e le aziende che non avranno uno spazio commerciale nel sito e che quindi si stanno organizzando per gestire spazi di rappresentanza in città. Divenire loro fornitori o sponsor è un’opportunità da sfruttare.

Infine, alcune altre possibilità concrete e alcuni strumenti trasversali sono stati messi in campo in vista di Expo 2015.

In primis è possibile promuovere il proprio progetto di business o non profit attraverso i Tavoli Tematici per Expo 2015, la serie di incontri di Comune e Camera di Commercio di Milano in cui startupper e associazioni presentano i propri progetti a Istituzioni, aziende partner di Expo e media; una piattaforma di visibilità, comunicazione, possibilità di sviluppo di partnership e di reperimento di contatti.

Lo strumento principe per un territorio che vuole promuoversi al meglio è Explora, la società che si occupa della promozione della destinazione turistica Lombardia e Milano. La società, nata per promuovere e promo-commercializzare le eccellenze territoriali e turistiche del territorio lombardo, opera costruendo network di collaborazioni fra operatori turistici, Istituzioni e associazioni di categoria e come facilitatore di business che, organizzando le risorse, aiuta le imprese a fare sistema e produrre esperienze turistiche attraenti da offrire al mercato. Explora è un modello nuovo nel panorama italiano, esisteva già a Barcellona e a Copenhagen, ma in Italia mancava un soggetto in grado di aggregare l’offerta e riproporla categorizzata in base alle esigenze del mercato.

Infine, è possibile promuovere eventi o location attraverso Expo in Città, ovvero il calendario coordinato di eventi che accadranno nei sei mesi di Expo 2015 nella città metropolitana di Milano. Nato da una collaborazione fra Comune e Camera di Commercio, farà da brand comune per mostre, conferenze e spettacoli proposti dalle varie Istituzioni e dai privati. Il sito sta raccogliendo proposte di eventi e di location e permettendo il matching tra gli stessi; il palinsesto di eventi ha iniziato ad essere promosso dal mese di ottobre 2014 ed ha come obiettivo l’attrazione di visitatori e turisti con eventi di valore. Un’immagine condivisa, maggiore visibilità e supporto istituzionale per le autorizzazioni.

Una delle grandi forze di Expo è proprio questa, aver affermato il network e l’aggregazione a geometria variabile come strumento di governance efficace: è necessario comprendere che Expo 2015 non rappresenterà i soli sei mesi del 2015 ma tutto il lavoro che è stato fatto e che si continuerà a fare per creare un’eredità positiva. Si coglierà l’opportunità che sei mesi di vetrina internazionale porteranno, per far sì che, soprattutto nel lungo periodo, il nostro territorio e le nostre imprese possano beneficiare dell’indotto che un grande evento come questo può generare.

Le opportunità generate da Expo 2015 sono molte, concrete e fattibili. Sfruttarle è possibile e sta accadendo. Occorre essere #Expottimisti non per retorica o per partito preso ma coscienti delle numerose strade che un evento aperto e inclusivo come questo mette in campo per tutta l’Italia.

Di Giacomo Biraghi, Digital and media PR di Expo 2015 Spa, Responsabile dei Tavoli Tematici Expo e Co-founder Secolo Urbano