Ebbene sì, a volte ritornano: eccomi qui infatti. Ma non perdiamo tempo in chiacchiere e andiamo subito alla questione principale, ovvero la letteratura ispano-americana in Italia. Dunque, non mi propongo di fare una panoramica ampia ed esaustiva per due semplici motivi a) questa non è la sede adeguata, b) -più importante- non ne sono assolutamente in grado;  piuttosto, come mio solito, sono qui solo per dare qualche consiglio di lettura. Lo spunto parte da questo pezzo, che si concentra sul mondo editoriale degli Stati Uniti, ma io trovo affinità anche con quello italiano (mutatis mutandis, sia ben chiaro). Si dice che gli scrittori ispano-americani stiano avendo una risonanza sempre maggiore: a me pare di sì. Lentamente, ma sì. Uno dei tanti esempi è l’arrivo di Traviesa in Italia, grazie alla buona volontà e al fiuto di Caravan Edizioni. Vado di schemino esplicativo.

Traviesa: Traviesa è un collettivo di autori ispano-americani che, accomunati dall’amore per la scrittura, nel 2012 hanno fondato una rivista ad uscita trimestrale. In ogni numero della rivista, caratterizzato da un tema diverso ogni volta, si trovano quattro racconti + l’introduzione di un quinto scrittore. L’originalità e la bellezza di Traviesa stanno nel fatto che gli autori hanno saputo creare una rete di scambi tra diversi paesi del Sud America (come Argentina, Cile, Uruguay, Guatemala, Bolivia, Messico, Colombia, Cuba, Perù), senza dimenticare però la Spagna. Insomma, se cercate nuove promesse della letteratura ispano-americana, è qui che dovete guardare.

Caravan Edizioni: Caravan nasce a Roma nel 2010 e si presenta come casa editrice che esplora le tematiche del viaggio* e dell’identità culturale. (*Aaah, quel caravan). Si caratterizza per un catalogo trasversale, oserei dire: dall’America del Sud si passa all’Africa e all’Est Europa; anche la parte dedicata ai saggi è ricca ed eterogenea. Caravan Edizioni è il posto giusto per trovare proposte originali e di qualità. Oltretutto, caratteristica fondamentale dei prodotti Caravan è quella dell’eco-sostenibilità: tascabili (12×16,8), perfetti da portare in viaggio, utilizzano solo carta riciclata certificata.

Traviesa + Caravan Edizioni: se Traviesa è l’antologia dei nuovi scrittori ispano-americani e Caravan è da sempre attenta allo scouting proprio in quest’area, viene da sé che la loro unione fosse scritta nelle stelle (o nelle viscere di un animale sacrificale, se preferite l’aruspicina. Io preferivo le stelle, ma tant’è). Dunque Caravan porta il collettivo Traviesa in Italia, pubblicando l’ebook della rivista in italiano (l’originale è in spagnolo e in inglese). Ad oggi i numeri pubblicati di Traviesa in Italia sono due – Messia e Trucho. Per tutto il resto, stiamo ad aspettare.

 

Claudia Oldani