DOVE: Fabbrica del Vapore – zona Garibaldi – via Procaccini, 4

Gaetano Fracassio, autore dell’opera “Il peccatore ateo e devoto” ci racconta la sua creazione e la filosofia che ne sta alla base. Un’opera d’arte dal titolo ossimorico frutto dell’unione di Fede e Natura, protagonista del Fuorisalone 2015.

Si tratta di “un’edicola votiva viaggiante” che presenta due facce: la prima una riproposizione del cenacolo di Leonardo, la seconda un erbario che raffigura piante ed erbe; ed è esposta qui nella piazza della Fabbrica del Vapore all’interno della maxi esposizione Green Utopia.

Un omaggio che l’autore ha voluto offrire alla religione e alla natura, due mondi molto più vicini di quanto possa sembrare e che si ritrovano simbolicamente nel cibo, come rappresentato sulle pareti dell’edicola. Due ambiti della vita umana positivi e portatori di bene, ma spesso inconsapevoli di essere anche portatori di controindicazioni o strumentalizzazioni. Fracassio intende raccontare questi due mondi, unendoli insieme, mettendo sempre in guardia con profondo spirito critico sugli effetti collaterali che possono comportare.

Due frasi simbolo delle intenzioni dell’autore di fondere fede e natura sono scritte sui due lati delle pareti: POTARE PER CRESCERE e ARARE PER CREDERE. Ce le spiega nel video l’autore!

Qui la VIDEO INTERVISTA!

 

Mattia Guastafierro