Venerdì 22 maggio alle ore 21 all’Auditorium del Pime in via Mosè Bianchi a Milano, va in scena “Pop Economix Liveshow @Expo”, uno spettacolo teatrale che, durante Expo, racconta la crisi economica globale che stiamo vivendo, e spiega cosa c’entra la finanza con il cibo e i beni alimentari.

Tra tutti gli eventi riguardanti il cibo attivati in occasione di Expo, questa settimana ce n’è uno da non perdere: un momento aperto a tutti che sarà occasione per affrontare temi molto seri e importanti, riguardanti il cibo e la fame nel mondo, in maniera “leggera”, un po’ giocosa e soprattutto comprensibile a tutti, nonostante inevitabilmente si tocchino temi complessi come la finanza e la crisi economica globale.

Pop Economix Live Show è un’esperienza di teatro popolare che da tre anni gira l’Italia con uno spettacolo sulla crisi economica scritto da Nadia Lambiase, Alberto Pagliarino e Paolo Piacenza, con la supervisione artistica di Alessandra Rossi Ghiglione. 

Uno spettacolo teatrale come nuovo format per raggiungere il grande pubblico, volto a informare e far conoscere le dinamiche e gli equilibri mondiali esistenti attorno a quello che è un bene di primaria importanza per la vita: il cibo.

Dunque se vi state chiedendo “Come nasce la crisi economica globale? Come funzionano le bolle finanziarie? E la speculazione sul cibo?” Risolvete i vostri dubbi con una divertente serata a teatro!

Pop Economix Live Show @Expo, è un iniziativa della campagna Sulla fame non si specula e di Banca Etica: “lo spettacolo si presenta in una nuova versione raccontando come il cibo può diventare moneta nel grande casinò della finanza senza regole. Un modo diverso per vivere l’Expo, per capire e dunque essere liberi di scegliere e agire. Uno spettacolo popolare, adatto a tutti, giovani e adulti”.

L’ingresso è gratuito e libero, i biglietti si possono prenotare QUI.

Lo spettacolo si svolgerà nel contesto di “Tutta un’altra festa family”, festa del commercio equo e solidale dal 22 al 24 maggio presso il Pime di Milano.


_______________________________________________________________

Sulla fame non si specula

Il cibo è un diritto sul quale non è possibile speculare. Parte da questo presupposto la campagna Sulla fame non si specula, un’iniziativa nata nell’Aprile del 2011 a Milano da un gruppo di giornalisti, economisti e rappresentanti della società civile che ha via via aggregato importanti sigle del non profit, enti locali e singoli cittadini.

La campagna ha due principali obiettivi: creare una vasta mobilitazione a sostegno di una riforma dei derivati in sede UE, chiedendo che il diritto al cibo sia tutelato. E fare in modo che Milano, in occasione di Expo 2015, diventi la città simbolo di un equilibrio possibile, quello fra una finanza sana e un cibo buono alla portata di tutti.

Promuovono la campagna: ACLI, Link 2007, Fondazione Banca Etica, INTERVITA, Ipsia Trento, Unimondo; con l’adesione di: ACRA, Altromercato, Banca Etica, Cesvi, Coldiretti, CoLomba, Focsiv, Ipsia, Legambiente, Mag2 Finance, Mani Tese, Slow Food, Terre di Mezzo, VITA, Volontari per lo sviluppo, WWF; e degli enti locali: Comune di Milano, Regione Lombardia, Provincia autonoma di Trento.

Trovate tutti i dettagli e il kit informativo della campagna sul sito ufficiale: sullafamenonsispecula.org