È vero, la tecnologia, il web e i social network ci permettono di essere sempre connessi e di fare rete, di tenerci in contatto con molte più persone di quanto riusciremmo a fare altrimenti. Ma le vere relazioni sociali sono quelle che hanno un risvolto nella vita reale, quella fatta di persone e non di avatar e jpeg; di parole e discorsi a quattr’occhi al posto di chat e notifiche; di emozioni e gesti concreti invece di “mi piace” ed emoticon.

Stabilire un equilibrio tra questi aspetti può portare a grandi sinergie in grado di migliorare realmente le relazioni sociali e la qualità della vita di una comunità. E così, ci troviamo ancora una volta catapultati nel mondo della sharing economy, dove la condivisione di risorse (materiali e non) può trasformarsi in benefits, sostenibilità economica, solidarietà e socializzazione. È il caso di Croqqer, la nuovissima piattaforma -almeno in Italia- il cui slogan è non a caso Technology Connects, Humanity Unites: la tecnologia connette, l’umanità unisce!

Croqqer è una piattaforma gratuita -la prima in Europa- per l’incontro tra domanda e offerta di servizi tra persone, da scambiare dietro compenso monetario, scambio di servizi o su base volontaria. Funziona tra persone che abitano vicine tra loro (altrimenti non sarebbe più sostenibile!) che dopo essersi registrate sulla piattaforma, possono scegliere la tipologia di servizio e le modalità in cui sono disponibili ad offrirlo: giardinaggio, dog-sitter, fare la spesa, dare ripetizioni, cucinare, piccole riparazioni, etc. Si può scegliere di richiedere un compenso monetario, di farlo gratuitamente o in cambio di un altro servizio. Una volta inserita la richiesta, basta aspettare le offerte degli altri membri della community e, sulla base del profilo e delle recensioni di ciascuno, scegliere quella che si preferisce.

La piattaforma divide i membri iscritti in base alla zona in cui vivono, in maniera da attivare circuiti virtuosi di quartiere, incentivando così le relazioni sociali. Per ogni zona inoltre, esiste un Community Manager disponibile a dare informazioni e a facilitare opportunità e scambi tra membri. Ecco il video che spiega meglio di tante parole il funzionamento di Croqqer:

Non è un caso che in questi ultimi anni stiano prendendo piede iniziative basate sul medesimo principio, si pensi agli spazi di coworking, al car sharing o all’house sharing. Siamo nell’era 2.0, è il momento della sharing economy, di un nuovo sistema socio-economico che premi la condivisione di risorse e competenze per generare reddito, evitare sprechi, alimentare la solidarietà, stimolare un comportamento responsabile e sostenibile, e creare relazioni umane. Croqqer è un servizio già diffuso in alcuni Paesi europei, per tutte le informazioni e per entrare a far parte della community visitate il sito ufficiale www.croqqer.it. Noi lo proveremo e speriamo di vederlo funzionare presto a pieno regime anche in Italia!