Durante la guerra in Vietnam, l’esercito americano rilasciò nella giungla l’agente arancio, una sostanza estremamente tossica, utilizzata per defogliare intere foreste ed avere il controllo del territorio. Milioni di persone, ancora oggi, pagano le conseguenze di questa catastrofe che ha portato ondate di morti, malattie e nascite con malformazioni. Nonostante la pericolosità e la gravità della situazione, la popolazione continua, non solo ad andare avanti, ma a vivere con energia. Per questo oggi condividiamo le foto di Nguyet, una ragazza vietnamita nata senza braccia a causa dell’agente arancio ma che non si è lasciata abbattere dalle circostanze. La sua forza di volontà le permette di essere indipendente, di prendersi cura di sè stessa e anche del nipotino con cui vive. Una ragazza da ammirare e che ci ricorda che i veri eroi non sono quelli che vanno in giro con un mantello ma le persone che non mollano mai.