Il progetto Unseen Art, gestito dal designer Marc Dillon, sta usando la stampa 3D per dare l’opportunità alle persone non vedenti, di percepire e sperimentare l’arte classica. Le immagini 3D e la stampa 3D utilizzano la sabbia per ricreare queste opere d’arte di alta qualità che possono essere esposte nei musei. Anche se il loro approccio è unico, il progetto Unseen Art non è il primo ad aver messo a punto questo concetto. Infatti la stampa 3D è stata utilizzata per trasformare le foto in “Memorie” tangibili e anche per aiutare una madre non vedente a sentire l’ecografia del bambino che porta in pancia.