Lo studio Luzinterruptus è stato invitato a settembre al Lux Festival a Besançon (Francia) per progettare una installazione luminosa e allo stesso tempo drammatica. “Controllo radioattivo” è un’opera d’arte prodotta nel 2011 per il Festival Dockville di Amburgo. Dopo il dramma di Fukushima e il bombardamento atomico di Hiroshima e Nagasaki (quest’anno è il settantesimo anniversario dell’accaduto) sembra che nulla sia realmente cambiato per quanto riguarda il volume di energia nucleare utilizzata in tutto il mondo. Per manifestare contro questo fatto, gli artisti dello studio hanno rivestito un esercito luminoso di 150 “creature radioattive”.