Per chi è stato bambino nella mia generazione il concetto di disegnare era copiare o colorare qualcosa di già disegnato. Lo ricordo con grande chiarezza. Non ho memoria di nessuno dei miei disegni di fantasia, ma ricordo invece i tanti personaggi di Topolino copiati a mano libera o ancora meglio ricalcati controluce a fogli sovrapposti. Forse per questa mia storia d’infanzia, quando l’altro giorno mi è capitato in mano questo libro di disegni per bambini me ne sono innamorato all’istante. Frugavo con Daniela, mia moglie, tra i libri di Odradek – una piccola libreria di via Principe Eugenio a Milano gestita da Felice e Anna, librai come ce ne sono pochi, quando ad un tratto nelle sue mani è apparso questo libro dalla copertina bianca appena spruzzata di rosso. E’ un libro bellissimo da cui trabocca il talento di un autore che si presenta con il soprannome di Mano Felice (e mai soprannome fu più appropriato) e del suo assistente Alessandro Sanna. Vi sono ritratti animali allo stesso tempo abbozzati e perfetti, disegnati con una semplicità, una poesia e una genialità degni di Bruno Munari o di qualche altro maestro dell’arte prestato all’editoria per l’infanzia. Ognuno degli animali è suscitato con un segno così semplice, così naturale che guardandoli mi sono creduto capace di farli anch’io (il che, come Munari insegna, significa capace di RI-farli, essendo la genialità sempre originalità). Ogni disegno della pagina sinistra lascia a destra un foglio bianco come invito a imitare questi segni creando così il proprio zoo personale. Ogni animale è accompagnato da un micro poesia che prende spunto dal tratto di Mano Felice. Scopriamo così che “l’aquila è un boomerang con le zampe”, che “la rondine è un appendiabiti per vestiti invisibili” e molto altro ancora. Nel libro troverete ben 77 disegni, uno più bello dell’altro. Io ne ho selezionato qualcuno, giusto per farvi venire voglia di trovare un bambino a cui regalare questo piccolo capolavoro. Ora però vi lascio perché ho un appuntamento con il mio colibrì. Marco E. Tirelli