L’atletica leggera è stata per tanti anni la regina indiscussa degli sport tradizionali in particolar modo nelle università straniere. Numerose strutture apposite di piccole e medie dimensioni sono state costruite in tutto il mondo ma, negli anni 80-90 sport come calcio, jogging, allenamento con i pesi sono passati in primo piano. Alcune domande poste dalla Danish Athletics Association hanno dato origine ad un progetto interessante e innovativo: cosa possiamo fare per attrarre e mantenere nuovi appassionati? Se la pista da corsa classica non è più invitante, come dev’essere strutturato un impianto per attirare gli atleti?

La Fondazione danese per la Cultura e lo Sport e la University of Southern Denmark di Odense hanno commissionato agli architetti Keinicke & Overgaard (KOARK) la progettazione e la costruzione dell’Athletics Exploratorium andando a sostituire un vecchio impianto sportivo. Il restyling ha l’obiettivo principale di stimolare l’interesse tra i nuovi gruppi di utenti.

Redigeret_IMG_2936

La struttura si trova all’estremità nord-orientale del campus. E’ racchiusa su tre lati da argini che incorniciano l’impianto nel paesaggio. L’interno della pista è ricco di attrezzature, percorsi alternativi, ostacoli, cunette, una rotatoria convessa dove si corre su una curva parabolica continua e altri dislivelli che permetto agli atleti di eseguire allenamenti completi senza dover uscire dal campo. Il tartan continua anche fuori dalla pista per chi avesse bisogno di un circuito più lungo. Alla normale pista di atletica da 400 m sono stati aggiunti 2 anelli esterni con una superficie più dura per andarci sia in bici che con i pattini.

D4X5660

D4X5847

D4X5473-resized

Un’altra grande novità sta nel fatto che l’Exploratorium è aperto tutto l’anno ed è dotato di 3 livelli d’illuminazione: 1 Livello permette l’accensione di faretti per il semplice orientamento – 2 Livello illumina la pista ovale dei 400 m – 3 Livello accende l’intero impianto. Chiunque è in grado di accedervi e di accendere l’impianto (tempo massimo di durata è 45 minuti). L’Athletics Exploratorium è stata riconosciuta come la Miglior struttura per lo sport all’aria aperta del mondo. La passione e l’intento di architetti e di tutti coloro che hanno partecipato al progetto, hanno dato vita ad un gioiello. Potevano decidere di limitarne l’uso con orari particolari, accessi riservati e invece vogliono che chiunque ne possa usufruire. La fiducia nella responsabilità e nella civiltà degli utenti che correranno su quelle piste è stata per noi una fonte d’ispirazione che fa pensare anche alle parole di Ernest Hemingway: “Il modo migliore per scoprire se ci si può fidare qualcuno è di dargli fiducia”.

D4X5865