Posts tagged "Il ministero delle dispari opportunità"
Soldi.

Soldi.

Caro Filodemo, bisogna che ti chieda scusa. Le cose cui ho deciso di dare la priorità in questi mesi non ti includono nel loro piccolo insieme e io sono parecchio impegnata a fare quadrare conti rotondi, come tutti qui da noi in Italia. So che anche da voi ci sono sommosse e moti populisti che...
Quarantanni.

Quarantanni.

Due cose trovo molto difficili. Scrivere quando sto vivendo un segmento importante e ascoltare musica fuori dagli anni Cinquanta. Ormai ci siamo, mi sono stabilizzata così come si conviene ai quarantenni e mi affaccio con gioia al terrazzo della mia seconda parte: ho messo in conto di avere qualche turba e molte fisse, e se...
Siamo io, il Libanese e Il Tricheco.

Siamo io, il Libanese e Il Tricheco.

Siamo io, il Libanese e Il Tricheco. E’ passata una settimana e basta, sembrano mesi, che se ne sono andate le signorine alte due metri, e con loro sono partiti anche i denti finti, i reggiseni imbottiti, le scoregge tonanti nel mezzo dei pasti – una era capitano di nave mercantile, una ingegnere e presentatore...
Confesso: detesto le cose. E le case.

Confesso: detesto le cose. E le case.

Confesso: detesto le cose. E le case. E’ una disciplina che trova il suo conforto solo quando succedono terremoti, quando il destino che è un’onda ti sommerge a buon diritto portandoti via tutto e tu piangi, le cose, le case. Per il resto non ha motivo d’essere, se non quello di viaggiare leggeri nel cammino...
Vieni, che ti mordo la testa.

Vieni, che ti mordo la testa.

Davvero poche cose mi fanno arrabbiare. Se ci penso bene sono così poche da essere trascurabili, praticamente. Non mi fanno sussultare le persone che mi superano dal gelataio o al bagno del bar, no, oppure quelli che mi suonano forte in macchina perchè vado troppo piano (hanno ragione). Non provo rancore per quelli che alle...
Certo che esco stasera.

Certo che esco stasera.

Entra con la valigetta e, se non fosse qui per me, chiamerei la polizia. Ha con sè la moglie e i figli. Sono tutti belli, questo c’è da dirlo, aggraziati, e i due genitori molto dimagriti dall’ultima volta che siamo visti nella tenuta di Coso. Non avrei riconosciuto lei, sinceramente. Attacco il mio pippone. Non...
De-Categorize me.

De-Categorize me.

E’ accaduto un piccolo scatto: tic. Da trenta anni archivio i contatti secondo la loro utilità. Ho sempre avuto paura che qualcuno mi rubasse il telefono e poi mi venissero a prendere gli infermieri: Signora siamo qui per lei. Abbiamo trovato la sua rubrica. Avrei annuito, certo, e mi sarei lasciata prendere chiedendo solo di...
Nella vecchia fattoria, ia-ia-oh.

Nella vecchia fattoria, ia-ia-oh.

Nei miei piani del futuro prossimo c’è quello di aprire una fattoria, abitazione e scuola, con le galline e se mi piglia il coraggio qualche bel maiale. Una rete wi-fi così sostanziosa da potere alimentare i frigoriferi, certo, e attrezzature informatiche dure, soffici, volatili all’avanguardia. L’importante è che la musica esca con i bassi, amo...