Alessi Zema e Valeria, due delle quattro designers di Contro Progetto, molto simpatiche!!

Contro Progetto si occupano degli allestimenti, arredi, ed eventi negli spazi comuni. Hanno la cultura del fare e recuperare, creando degli pezzi unici di legno e ferro recuperato. Non buttano via materiale, usano tutti gli scarti e danno un nuovo valore al materiale senza richiamare la sua provenienza, quindi non sono oggetti “ready-made”.
Secondo Alessia, la contemporanietà del design vuol dire riusare ciò che va buttato visto che c’è sempre più e più materiale che va buttato ma sempre meno spazio per buttarlo. Notiamo che ultimamente ci sono sempre più aziende che promuovono il recupero o riciclo del material. Ma comunque Contro Progetto non lo fa perchè ultimamente recuperare va di moda ma perchè credono nella vita quasi eterna dei materiali robusti come il legno e il ferro.

una seduta/scultura fatta di pezzi di scartoQuesta seduta è realizzata usando il legno recuperato da un allestimento per una sfilata durante la settimana della moda che c'è stata a Milano a febbraio

Questa seduta è realizzata usando il legno recuperato da un allestimento per una sfilata durante la settimana della moda che c'è stata a Milano a febbraio