Inaugurazione: venerdì 5 aprile 2013, dalle 19 alle 21
Dal martedì al sabato 10-13, 15-19

 Giò Marconi ha il piacere di presentare Quality Interiors, la prima mostra personale dell’artista tedesco Nikolas Gambaroff. Gambaroff si concentra soprattutto sulla pratica della pittura, interrogandosi su quale possa essere il suo significato oggi, studiando, esaminando e rivalutando il suo ruolo all’interno della cultura visiva contemporanea. Le tradizioni, le aspettative e i miti che la pittura porta con sé sono analizzati dall’artista attraverso l’utilizzo di tecniche classiche e più recenti.

Oggetti di uso comune e le notizie che ci vengono presentate ogni giorno dai giornali sono gli elementi principali delle sue opere. Quotidiani, copertine di riviste di moda, pubblicità sono unite e sovrapposte tra loro attraverso pennellate con la forma di segni grafici o di linee in corsivo. Con questo gesto, privo di significato, Gambaroff rimuove parte degli strati di carta: mescolando frammenti di immagini, di parole e colori, l’artista gioca con il linguaggio dei mass-media.
Gambaroff affianca alle sue tele oggetti estranei alle consuete pratiche pittoriche – sgabelli, scaffali e altri utensili domestici – creando così assemblage dove la pittura sconfina e si fonde con la scultura.

Al centro della sua riflessione c’è anche il problema del contesto, inteso sia in termini architettonici che a livello teorico. L’allestimento inevitabilmente verrà sempre condizionato dal pubblico e dai suoi movimenti all’interno dello spazio espositivo. Gli spettatori adotteranno punti di vista originali, che daranno vita a nuove composizioni e significati. Questo permette all’opera di ampliarsi non solo a livello di senso, ma anche quasi materialmente, come oggetto che si allontana dalla sua collocazione e dal suo scopo originale.
Per la sua mostra alla galleria Giò Marconi Gambaroff utilizzerà l’intero spazio della galleria e presenterà lavori pittorici e scultorei realizzati appositamente per l’occasione.
Nikolas Gambaroff è nato in Germania nel 1979, ha studiato all’Universität der Künste a Berlino e nel 2007 al Bard College MFA di New York. Attualmente vive e lavora a New York.

Tra le sue recenti personali: Tools for Living, Overduin and Kite, Los Angeles (2012); I am Real Estate, The Power Station, Dallas (2012); Bodycard Testimonials (with Ei Arakawa), Galerie Meyer Kainer, Vienna (2012); Male Fantasies, White Cube, London (2011); Der Herrische Saügling, Balice Hertling, Paris (2011); Time is Brain, New Jerseyy, Basel (2010); Two-Alphabet Monograms (with Ei Arakawa), Pro Choice, Vienna (2009).

Inoltre il suo lavoro è stato presentato all’interno di diverse mostre collettive, tra le ultime: Ecstatic Alphabets/Heaps of Language, Museum of Modern Art, New York (2012); Art and Press, ZKM, Karlsruhe (2012); Pamela Rosenkranz and Nikolas Gambaroff: This Is Not My Color / The Seven Habits of Highly Effective People, The Swiss Institute, New York (2011); Eight Posses (HENXGRYK) and a Monogram (with Ei Arakawa), Museum of Contemporary Art, Chicago (2011); Nikolas Gambaroff, Michael Krebber, R. H. Quaytman, Blake Rayne, Kunsthalle Bergen, Bergen, (2010); Non Solo, Non Group Show, Künsthalle Zürich, Zürich (2009).

Per informazioni:

GiòMARCONI

Via Tadino, 15 – 20124  Milano

Tel: 02 29404373

info@giomarconi.com – www.giomarconi.com